Ricerca Difesa di Roma 1849

Cerca in tutti i campi:
48 risultati       Pagina 1 di 2                    - successiva

GeneralitàGradoConflitto / campagnaCadutoDecorato
Allegrini Domenico
, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
accorso alla difesa della Repubblica Romana nella Legione Manara, venne ferito in combattimento il 3 giugno alle gambe e ad un braccio - ricoverato nell'Ospedale Santa Maria della Scala e poi trasferito all'Ospedale del Santo Uffizio

Riferimenti:
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1943
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Andreini Michele
nato nel 1831 ad Antegnate, ivi residente
SoldatoDifesa di Roma 1849
soldato della 4^ Compagnia della Legione Melara, venne ferito il 5 giugno all'avambraccio destro che, dopo il ricovero all'Ospedale Santo Spirito all'Annunziatina, gli venne parzialmente amputato - il 21 giugno fu trasferito a Palazzo Venezia

Riferimenti:
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1943
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma

Bassi Ercole
nato a Bergamo, ivi residente
SoldatoDifesa di Roma 1849
lanciere della Legione Italiana, morì nel combattimento di Palestrina il 9 maggio 1849

Riferimenti:
  ˙ I Volontari Italiani - Storia delle rivoluzioni in Italia dal 1821 al 1861: Oreste del Carretto Ed., 1863
  ˙ D'Ayala Mariano: Vite degli italiani benemeriti della libertà e della patria morti combattendo; M. Cellini Ed., 1868

Biffi Giuseppe
nato a Caprino Bergamasco, ivi residente
SoldatoDifesa di Roma 1849 - Campagna 1859
nel 1849 soldato della Legione Garibaldi, ferito alla mano sinistra il 3 giugno e ricoverato nell'Ospedale di Santa Maria della Scala, po venne trasferito all'Ospedale Militare dell'Ambulanza Centrale alla Trinità dei Pellegrini - nel 1859 arruolato volontario nel Corpo dei Cacciatori delle Alpi durante la II^ guerra d'indipendenza

Riferimenti:
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma

Biglioli Felice
di Patrizio e di Gavrini Rosa, nato l'11 maggio 1824 a Romano di Lombardia, ivi residente
SoldatoRegno Lombardo Veneto 1814-1859 - Campagna 1848 - Campagna 1849 - Difesa di Roma 1849
all’età di vent’anni fu arruolato nel 43^ Reggimento di Fanteria di Linea di proprietà del barone Wilhelm Friedrich Alemann ed inviato in Ungheria dove cominciavano a farsi sentire i primi tumulti separatisti - nel periodo della I^ Guerra di Indipendenza, evidentemente, trovò il modo di “scomparire“ perché prese parte all’assedio di Roma - nel 1849, infatti, insieme al compaesano Annibale Lombardini (che purtroppo morì il 3 giugno, a Porta San Pancrazio durante l’attacco alla villa del Vascello di Roma ) fece parte della cosiddetta colonna Manara, un reparto di 900 bersaglieri lombardi sotto la guida del colonnello Luciano Manara - tale corpo faceva parte dell’ esercito della Repubblica Romana e che venne attaccato dalle truppe francesi, le quali volevano riportare Roma sotto il dominio del papa Pio IX, esiliato dai repubblicani mazziniani - l’assedio della città durò più di un mese e si concluse con la vittoria dei francesi ed il rientro del papa in Vaticano - la partecipazione di Felice Biglioli a questo assedio è testimoniata, fra l’altro, anche dalla rivista storica Bergomum - dopo la sfortunata campagna del 1848-49 lo ritroviamo arruolato nel 1852, sempre nello stesso Reggimento n. 43, all’epoca di proprietà del barone Menard Geppert di stanza ad Ofen e, due anni dopo, passò al Reggimento di Fanteria n. 23 del barone Paolo von Ajroldi

Riferimenti:
  ˙ Calegari Anna Maria e Monella Rinaldo: Soldati, storie di combattenti romanesi tra Ottocento e Novecento - La Serigrafica srl Buccinasco 2018
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1941

Campelli Gualtiero
nato a Bergamo, ivi residente
SoldatoDifesa di Roma 1849
soldato della colonna Garibaldi, prese parte ai combattimenti di maggio, venendo ferito alla gamba sinistra

Riferimento: Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Carminati Amarante
, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
soldato dei bersaglieri lombardi nella colonna Manara, gravemente ferito il 27 maggio 1849 nel combattimento di Villa Corsini e morto due giorni dopo

Riferimenti:
  ˙ Comitato Gianicolo: in http://comitatogianicolo.it
  ˙ Lapidi nel cortile del Museo del Risorgimento a Bergamo
  ˙ I Volontari Italiani - Storia delle rivoluzioni in Italia dal 1821 al 1861: Oreste del Carretto Ed., 1863
  ˙ D'Ayala Mariano: Vite degli italiani benemeriti della libertà e della patria morti combattendo; M. Cellini Ed., 1868
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Sylva Guido: L'VIII^ Compagnia dei Mille - a cura di Alberto Agazzi; Ed. 1959
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Carrara Samuele
di Lorenzo, nato nel 1828, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
soldato del 22^ Fanteria Lombarda, 2^ Battaglione Bersaglieri Manara, nel combattimento di Villa Corsini del 28 giugno 1849 venne colpito da una palla da 36mm che gli portò via il braccio sinistro e la gamba destra - amputato e congedato con onore

Riferimenti:
  ˙ Comitato Gianicolo: in http://comitatogianicolo.it
  ˙ Museo del Risorgimento di Milano: Elenco dei soldati italiani della Provincia di Bergamo che hanno fatto una o più delle sette campagne dal 1848 al 1870 per l'indipendenza italiana - Libri I^ e II^
  ˙ Belotti Bortolo: Storia di Bergamo e dei Bergamaschi - Bolis Ed. 1959
  ˙ Baroni Caloandro: I Lombardi nelle guerre 1848-1849 - Cassone Ed. 1856
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1940
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Ciroli Giacomo Gaetano
, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
accorso alla difesa della Repubblica Romana, venne ferito in combattimento alla mano sinistra l'11 maggio e ricoverato nell'Ospedale San Giovanni in Laterano, poi trasferito all'Ospedale Militare dell'Ambulanza Centrale alla Trinità dei Pellegrini

Riferimenti:
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1943
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma

Citroni Antonio
nato nel 1828, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
soldato della Legione Emigrati Arcioni, ricoverato il 14 giugno all'Ospedale San Giacomo per ferita al ginocchio destro con rottura femorale nel combattimento di Villa Corsini, morì il 29 (22) giugno 1849

Riferimenti:
  ˙ Comitato Gianicolo: in http://comitatogianicolo.it
  ˙ I Volontari Italiani - Storia delle rivoluzioni in Italia dal 1821 al 1861: Oreste del Carretto Ed., 1863
  ˙ D'Ayala Mariano: Vite degli italiani benemeriti della libertà e della patria morti combattendo; M. Cellini Ed., 1868
  ˙ Sylva Guido: L'VIII^ Compagnia dei Mille - a cura di Alberto Agazzi; Ed. 1959
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Cittadini Pietro
di Martino e di Locatelli Antonia, nato il 9 agosto 1825 a Bergamo, residente a Lovere
SoldatoCampagna 1849 - Difesa di Roma 1849
bersagliere della colonna Manara, prese parte alla difesa di Roma venendo ferito al piede destro ed alla spalla sinistra nel combattimento del 2 maggio - ricoverato all'Ospedale San Giacomo, vi rimase per sei giorni

Riferimenti:
  ˙ Belotti Bortolo: Storia di Bergamo e dei Bergamaschi - Bolis Ed. 1959
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1939
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Colleoni Ambrogio
nato a Bergamo, ivi residente
CaporaleDifesa di Roma 1849
soldato della colonna Garibaldi, prese parte ai combattimenti di maggio, venendo ferito alla regione glutea sinistra

Riferimento: Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Dall'Ovo Luigi Enrico
di Ermenegildo e di Carrara Rosa, nato l'8 gennaio 1821 a Bergamo, residente a Dalmine
GeneraleCampagna 1848 - Difesa di Roma 1849 - Campagna 1859 - Spedizione dei Mille 1860 - Campagna 1861 - Campagna 1862 - Campagna 1866
nel 1848 partecipò alla sollevazione di Bergamo e accorse a Milano con la Colonna Bonorandi per combattere contro gli austriaci a Porta Tosa. Prese parte alla spedizione nel Tirolo - Promosso Sottetenente per la leggendaria difesa del Vascello 28 dicembre 1848 - Promosso luogotenente comandante l'8^ centuria 15 aprile 1849 - nel 1859 fu volontario garibaldino - nel 1860 si distinse a Calatafimi e a Palermo nominato capitano l'11 giugno 1860 - Promosso Maggiore per l'eroico combattimento a Villa Gualtieri nella battaglia campale del Volturno dell'1 ottobre 1860 - Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare di Savoia 6 giugno 1861 per il Valore dimostrato nella campagna Meridionale, passato poi al 2^ Reggimento, 1^ brigata della 18^ divisione Bixio - nel 1862 campagna contro il brigantaggio in Sardegna e Sicilia nel 37^ Fanteria - nel 1866 nella brigata Ravenna, distintosi all'assedio di Borgo Forte (Mantova), 17 luglio 1866 - Promosso Tenente colonnello e poi generale della riserva - pluridecorato nel 1848-1849, 1859, 1860 e 1866

Decorazioni:
      Croce dell'ordine militare dei Savoiamotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: Albo d'Oro degli Azzurri della Federazione Provinciale di Bergamo; Larus Print Ed., 1997
  ˙ Museo del Risorgimento di Bergamo
  ˙ Fondazione Bergamo nella Storia: Bergamo nella II^ Guerra d'Indipendenza
  ˙ Lapidi nel cortile del Museo del Risorgimento a Bergamo
  ˙ BGpedia - raccolta di dati su bergamaschi di tutte le epoche: in www.bgpedia.it
  ˙ Agazzi Alberto: Le 180 biografie dei Bergamaschi dei Mille; Società Editrice S. Alessandro, 1960
  ˙ Regio Liceo-Ginnasio Paolo Sarpi di Bergamo: Bergamo e i Mille; Istituto Italiano di Arti Grafiche, 1932
  ˙ Archivio di Stato di Torino - Database Garibaldini
  ˙ Del Col Ugo: Daniele Piccinini, un garibaldino a Selvino - UNI Service Ed. 2007
  ˙ Bevilacqua Germano: I Mille di Marsala; Vol. I^ Manfrini Ed. 1982
  ˙ Bevilacqua Germano: I Mille di Marsala; Vol. II^ Manfrini Ed. 1985
  ˙ Sylva Guido: L'VIII^ Compagnia dei Mille - a cura di Alberto Agazzi; Ed. 1959
  ˙ Agazzi Alberto (a cura di): Storia del Volontarismo Bergamasco; Società Editrice S. Alessandro, 1960
  ˙ Museo del Risorgimento di Milano: Elenco dei soldati italiani della Provincia di Bergamo che hanno fatto una o più delle sette campagne dal 1848 al 1870 per l'indipendenza italiana - Libri I^ e II^
  ˙ Belotti Bortolo: Storia di Bergamo e dei Bergamaschi - Bolis Ed. 1959
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1924
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1932
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1940
Riferimenti iconografici:
  ˙ Agazzi Alberto: Le 180 biografie dei Bergamaschi dei Mille; Società Editrice S. Alessandro, 1960
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1924

De Lodovichi Fedele
, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
accorso alla difesa della Repubblica Romana nella Legione Manara, 2^ Battaglione, 2^ Compagnia, venne ferito il 27 giugno alla gamba destra con frattura delle ossa - ricoverato all'Ospedale Santa Maria della Scala dove gli venne amputata la gamba - il 18 agosto trasferito all'Ospedale Militare dell'Ambulanza Centrale alla Trinità dei Pellegrini

Riferimenti:
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1943
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma

De Vecchi Francesco
di Giovanni Maria, nato a Treviglio, ivi residente
SoldatoCampagna 1849 - Difesa di Roma 1849 - Campagna 1860 - Campagna 1861
accorso alla difesa della Repubblica Romana nella Legione Manara, venne ferito in combattimento all'avambraccio sinistro e ricoverato nell'Ospedale dell'Annunziatina - nel 1860 soldato del Corpo Bersaglieri, matr. 23495

Riferimenti:
  ˙ Museo del Risorgimento di Milano: Elenco dei soldati italiani della Provincia di Bergamo che hanno fatto una o più delle sette campagne dal 1848 al 1870 per l'indipendenza italiana - Libri I^ e II^
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1943
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Del Torchio Carlo
, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
accorso alla difesa della Repubblica Romana nella Legione Manara, venne ferito in combattimento il 30 giugno e ricoverato nell'Ospedale Santa Maria della Scala - il 18 luglio trasferito all'Ospedale Militare dell'Ambulanza Centrale alla Trinità dei Pellegrini

Riferimenti:
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1943
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma

Donati Luigi
nato a Bergamo, residente a Milano
SoldatoCampagna 1849 - Difesa di Roma 1849
accorso alla difesa della Repubblica Romana nella colonna Manara, venne ferito in combattimento alla regione glutea e ricoverato nell'Ospedale dell'Annunziatina

Riferimenti:
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1943
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Faini Rodolfo
, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
soldato della Legione Italiana, caduto nel combattimento di Palestrina il 6 maggio 1849

Riferimenti:
  ˙ Comitato Gianicolo: in http://comitatogianicolo.it
  ˙ I Volontari Italiani - Storia delle rivoluzioni in Italia dal 1821 al 1861: Oreste del Carretto Ed., 1863
  ˙ D'Ayala Mariano: Vite degli italiani benemeriti della libertà e della patria morti combattendo; M. Cellini Ed., 1868
  ˙ Sylva Guido: L'VIII^ Compagnia dei Mille - a cura di Alberto Agazzi; Ed. 1959
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1941

Fantini Giovanni Battista
nato a Bergamo, ivi residente
SoldatoDifesa di Roma 1849
soldato della Legione Manara, prese parte ai combattimenti di maggio venendo ferito al piede sinistro

Riferimento: Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870

Filisetti Luigi
, residente a (Bergamo)
SoldatoDifesa di Roma 1849
soldato del 2^ Battaglione Unione, ferito al braccio destro il 13 giugno - ricoverato all'Ospedale Santa Maria della Scala e, l'11 agosto, trasferito all'Ospedale Militare dell'Ambulanza Centrale alla Trinità dei Pellegrini

Riferimento: Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma

Frizzoni Bonifacio
nato nel 1819 a Bergamo, ivi residente
SoldatoDifesa di Roma 1849
volontario nella Legione Manara, venne ferito alla gamba destra il 3 giugno e ricoverato all'Ospedale San Giacomo

Riferimento: Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma

Galluzzi Francesco
nato nel 1809, residente a (Bergamo)
SergenteDifesa di Roma 1849
graduato della Legione Italiana Medici, caduto nel combattimento del Casino Barberini, presso Villa Corsini il 26 (30) giugno 1849

Riferimenti:
  ˙ Comitato Gianicolo: in http://comitatogianicolo.it
  ˙ I Volontari Italiani - Storia delle rivoluzioni in Italia dal 1821 al 1861: Oreste del Carretto Ed., 1863
  ˙ D'Ayala Mariano: Vite degli italiani benemeriti della libertà e della patria morti combattendo; M. Cellini Ed., 1868
  ˙ Sylva Guido: L'VIII^ Compagnia dei Mille - a cura di Alberto Agazzi; Ed. 1959
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1941

Gianella Giosuè Zaverio
di Giovanni Paolo e di Berardi Antonia, nato il 23 aprile 1825 a Romano di Lombardia, ivi residente
SoldatoCampagna 1848 - Campagna 1849 - Difesa di Roma 1849
di professione faceva il muratore e quando, dopo le “5 Giornate di Milano“ il Governo provvisorio della Lombardia formò l’esercito lombardo, si arruolò come volontario - aggregatosi dapprima nella colonna Tibaldi e poi in quella di Cavalleri, prese parte alla sfortunata impresa del Tirolo del 1848, giungendo con il suo reparto fino al Tonale - l’anno successivo, a seguito della fuga di papa Pio IX a Gaeta, a Roma venne proclamata la Repubblica Romana e, in questo clima turbolento, Garibaldi entrò nella città con una legione di volontari - il papa chiese l’intervento delle potenze straniere e il primo a muoversi fu il francese Luigi Napoleone che inviò un corpo di spedizione al comando del generale Oudinot - dopo alterne vicende i francesi posero l’assedio alla città - l’esercito della Repubblica Romana era comandato dal generale di divisione Pietro Roselli e, nella Fanteria di Linea, vi erano anche 900 bersaglieri lombardi guidati dal colonnello Luciano Manara - tra questi anche Giosuè, insieme ad altri 4 romanesi (Annibale e Numa Lombardini, Giovanni Ravelli e Felice Biglioli) - nonostante il grande valore ed i notevoli episodi di eroismo dei nostri soldati, l’assedio si concluse con la vittoria dei francesi ed il rientro di Pio IX nella città.

Riferimenti:
  ˙ Calegari Anna Maria e Monella Rinaldo: Soldati, storie di combattenti romanesi tra Ottocento e Novecento - La Serigrafica srl Buccinasco 2018
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1941

Grassi Gian Bettino
di Giovanni Battista e di Pievani Maria, nato il 13 ottobre 1820 a Schilpario, ivi residente
SottotenenteCampagna 1848 - Difesa di Roma 1849
nel 1848 partecipò ai moti di Bergamo e poi, con il 22^ Fanteria Lombara, alla battaglia di Goito - in agosto fu alfiere della divisione Durando - ufficiale della Legione Italiana di Luciano Manara nel 1849, fu gravemente ferito alla regione sacrale destra nel combattimento di Velletri del 30 aprile 1849 e morì il successivo 8 (9) maggio all'Ospedale Militare dell'Ambulanza Centrale alla Trinità dei Pellegrini, assistito dall'amico conte Vincenzo Spini di Bergamo

Riferimenti:
  ˙ Museo del Risorgimento di Bergamo
  ˙ Comitato Gianicolo: in http://comitatogianicolo.it
  ˙ Lapidi nel cortile del Museo del Risorgimento a Bergamo
  ˙ I Volontari Italiani - Storia delle rivoluzioni in Italia dal 1821 al 1861: Oreste del Carretto Ed., 1863
  ˙ D'Ayala Mariano: Vite degli italiani benemeriti della libertà e della patria morti combattendo; M. Cellini Ed., 1868
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Sylva Guido: L'VIII^ Compagnia dei Mille - a cura di Alberto Agazzi; Ed. 1959
  ˙ Agazzi Alberto (a cura di): Storia del Volontarismo Bergamasco; Società Editrice S. Alessandro, 1960
  ˙ Museo del Risorgimento di Milano: Elenco dei soldati italiani della Provincia di Bergamo che hanno fatto una o più delle sette campagne dal 1848 al 1870 per l'indipendenza italiana - Libri I^ e II^
  ˙ Belotti Bortolo: Storia di Bergamo e dei Bergamaschi - Bolis Ed. 1959
  ˙ L'Unione - Organo del Partito Liberale Bergamasco: numeri sparsi 1896-1897
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1939
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma

Levati Luigi
nato ad Urgnano, ivi residente
SoldatoDifesa di Roma 1849 - Campagna 1860
nel 1849 fu a Roma con la Legione Manara, ferito in combattimento al braccio sinistro il 6 giugno, venne ricoverato all'Ospedale Militare dell'Ambulanza Centrale alla Trinità dei Pellegrini, poi trasferito all'Annunziatina - nel 1860 soldato del 4^ Reggimento Granatieri, matr. 2518

Riferimenti:
  ˙ Museo del Risorgimento di Milano: Elenco dei soldati italiani della Provincia di Bergamo che hanno fatto una o più delle sette campagne dal 1848 al 1870 per l'indipendenza italiana - Libri I^ e II^
  ˙ Rassegna Storica del Risorgimento: 1916, 671 - Istituto del Risorgimento, Roma
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870


48 risultati       Pagina 1 di 2                    - successiva