Ricerca Campagna d'Africa Orientale

Cerca in tutti i campi:
    cerca solo nel cognome     cognome esatto
1387 risultati       Pagina 1 di 56                    - successiva

Abate Sergio
di Alberto e di De Stefanis Clelia, nato il 3 agosto 1909 a Napoli, residente a Bergamo
TenenteCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
conseguito il diploma di ragioniere a Bergamo, dove la famiglia si era trasferita, frequentò il corso allievi ufficiali di complemento di Milano, uscendone sottotenente degli alpini nel giugno 1931 - ufficiale del 1° Reggimento Alpini, Battaglione "Pieve di Teco" tra il 1931 ed il 1932, il 7 aprile 1935 partì volontario per l'Africa Orientale Italiana, assegnato quale tenente al 3° Raggruppamento arabo-somalo, 9° Battaglione - caduto sul Monte Dunun (Neghelli) il 19 maggio 1936, nel corso di un'azione di rastrellamento - in commutazione della medaglia d'Argento al Valor Militare concessa sul campo, decorato di Medaglia d'Oro al Valor Militare alla memoria

Decorazioni:
      Medaglia d'oro al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: Albo d'Oro degli Azzurri della Federazione Provinciale di Bergamo; Larus Print Ed., 1997
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ ANA Sezione di Bergamo: 80 anni di storia; Ferrari Ed. 2002
  ˙ Bortolo Belotti: Storia di Bergamo e dei Bergamaschi; Bolis Ed. 1959
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1936
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1937
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Le Medaglie d'Oro Bergamasche nei cento anni di storia patria - 1961
  ˙ Le Medaglie d'Oro al Valor Militare - vol. I^ - Roma, 1965
  ˙ Archivio Clemente Suardi - Trezzo sull'Adda (MI)
  ˙ ANA Bergamo: Alpini Bergamaschi Decorati; Ferrari Ed. 2006
  ˙ Decorati al Valor Militare – Bergamo – a cura dell’Istituto del Nastro Azzurro di Bergamo; Historia Editore, Milano 1939
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
  ˙ Istituto Mazziniano - Museo del Risorgimento: Archivio Museo delle Guerre d''Italia; Genova 2017
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1936
  ˙ Istituto Tecnico Commerciale e Turistico Statale Vittorio Emanuele II di Bergamo: Segni del Tempo, lapidi e targhe nell'Istituto; 2006
  ˙ https://www.combattentiliberazione.it
Riferimenti iconografici:
  ˙ ANA Sezione di Bergamo: 80 anni di storia; Ferrari Ed. 2002
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1936
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1937
  ˙ Le Medaglie d'Oro Bergamasche nei cento anni di storia patria - 1961
  ˙ ANA Bergamo: Alpini Bergamaschi Decorati; Ferrari Ed. 2006
  ˙ Decorati al Valor Militare – Bergamo – a cura dell’Istituto del Nastro Azzurro di Bergamo; Historia Editore, Milano 1939
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1936
  ˙ https://www.combattentiliberazione.it

Abbiati Attilio
di Enrico e di Casirati Edvige, nato nel 1912 a Treviglio, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
legionario della 114^ Legione garibaldina - con un gruppo di altri rocciatori bergamaschi e bresciani (questi ultimi della 116^ Legione), fu protagonista della scalata notturna all'Uork Amba, conquistato dopo aspra battaglia il 27 febbraio 1936 - decorato di Croce al Valor Militare

Decorazioni:
      Croce al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: Albo d'Oro degli Azzurri della Federazione Provinciale di Bergamo; Larus Print Ed., 1997
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1937
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1936

Abbondi Aurelio
di Piergiorgio, nato a Gazzaniga, ivi residente
Operaio MilitareCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
caduto in Africa Orientale

Riferimenti:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1936
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937

Abondio Aurelio
nato a Gazzaniga, ivi residente
Operaio MilitareCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
operaio del Genio Militare, partito per l'Africa Orientale nel marzo 1935 - ivi deceduto in data e località imprecisate

Riferimenti:
  ˙ Angelo Bertasa: Gazzaniga, porta aperta sulla storia; Villadiseriane Ed., 1990
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1936

Accorigi Giuseppe Giovanni
di Francesco e di Mazza Teresa, nato il 16 marzo 1913 a Covo, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
chiamato alle armi l'8 aprile 1934 e trattenuto nel 42° Reggimento Fanteria - ricevuto l'avviso di arruolamento per l'Africa Orientale Italiana, il 18 settembre 1935 si imbarcò da Genova per la Cirenaica - rimase in Libia per tre mesi e, il giorno di Natale, partì per l'Eritrea - restò in Africa fino al 2 settembre 1936, quando fu rimpatriato - il 6 dicembre 1940 fu richiamato nel 54° Reggimento Fanteria e il 24 gennaio 1941 partì per l'Albania sul piroscafo "Città di Agrigento" - rimpatriato il 10 giugno 1942 venne ricoverato all'Ospedale Militare di Novara e, il giorno 23 dello stesso mese, partì per la Russia con il 54^ - rimpatriato il 22 gennaio 1943, venne poi catturato dai tedeschi il 12 settembre e deportato in Germania - rientrò in Italia il 29 giugno 1945 - il Ministero della Guerra gli riconobbe le campagne dal 1942 al 1945, autorizzandolo a fregiarsi del distintivo del periodo bellico e di quello della guerra di liberazione

Riferimento: Anna Maria Calegari e Rinaldo Monella: Combattenti Covesi; BCC Calcio e Covo Ed., 2011 (con le referenze ivi contenute)

Acerbis Cesare
residente a Grumello del Monte
LegionarioCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
volontario nella guerra d'Etiopia - partito per Massaua ai primi di ottobre 1935

Riferimento: La Voce di Bergamo - periodico - 1935

Acquati Arturo
residente a Fara Gera d'Adda
LegionarioCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
legionario volontario nel 114° Battaglione Bergamo, prese parte alla battaglia del Tacazzè nel marzo 1936

Riferimento: La Voce di Bergamo - periodico - 1936

Adianzi Gottardo
residente a (Bergamo)
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
volontario nella guerra in Etiopia

Riferimento: Rivista di Bergamo - anno 1941

Adobati Gino
di Romano e di Valsecchi Ernesta, nato a Nembro, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
camicia nera della 114^ Legione CC.NN. - con un gruppo di altri rocciatori bergamaschi e bresciani (questi ultimi della 116^ Legione), fu protagonista della scalata notturna all'Uork Amba, conquistato dopo aspra battaglia il 27 febbraio 1936, dove venne decorato di Croce al Valor Militare

Decorazioni:
      Croce al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1937
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1936

Adobati Pietro
di Antonio e di Epis Margherita, nato il 26 luglio 1913 a Bracca, residente a Torre Boldone
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
soldato del 5° Reggimento Alpini, Battaglione "Tirano", alle armi dal 7 aprile 1934 - l'anno seguente inviato in Eritrea con la 5° Divisione Alpina "Val Pusteria" - prese parte alla battaglia dell'Amba Alagi e fu tra i primi soldati italiani ad entrare in Addis Abeba il 5 maggio 1936 (in quel momento era aggregato al 314° Autoreparto - rimpatriato il 10 gennaio 1937, ottenne la medaglia commemorativa con gladio - richiamato il 6 febbraio 1941, venne destinato all'8° Alpini - partito per l'Albania imbarcandosi a Brindisi per Valona il 10 marzo - in seguito trasferito in Montenegro dove rimase fino alla fine estate del 1942 - il 13 novembre di quell'anno partì per la Francia meridionale con le truppe di occupazione italo-tedesche - catturato dai tedeschi dopo l'8 settembre 1943 ed internato in Germania, da dove però riuscì a fuggire tornando in Francia, a Marsiglia - con lo sbarco degli alleati divenne loro collaboratore fino alla fine del conflitto

Riferimento: AA.VV.: Uomini in guerra - 1915-1918, 1940-1945, terza parte; Torre Boldone, 1995
Riferimento iconografico: AA.VV.: Uomini in guerra - 1915-1918, 1940-1945, terza parte; Torre Boldone, 1995

Adrodegari Guglielmo
di Pietro e di Sarina Cecilia, nato a Caravaggio, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
portaferiti della Sezione Sanità nella Divisione "28 Ottobre", caduto in combattimento sul Debra Amba nel Tembien il 27 febbraio 1936 - decorato di Medaglia d'Argento al Valor Militare alla memoria

Decorazioni:
      Medaglia d'argento al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938

Agazzi Angelo
di Vittorio, nato il 3 settembre 1911 a Capriate San Gervasio, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
già legionario nella campagna Africa Orientale Italiana - richiamato nel 1940 ed inviato sul fronte greco-albanese nel 14° Battaglione "Bergamo" - caduto in combattimento il 7 febbraio 1941

Riferimenti:
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941
Riferimento iconografico: La Voce di Bergamo - periodico - 1941

Agazzi Battista
di Giovanni, nato il 12 dicembre 1910 a Capriate San Gervasio, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
già legionario nella campagna Africa Orientale Italiana - richiamato nel 1940 ed inviato sul fronte greco-albanese nel 14° Battaglione "Bergamo" - caduto in combattimento il 7 febbraio 1941

Riferimenti:
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941
Riferimento iconografico: La Voce di Bergamo - periodico - 1941

Agazzi Emilio
di Bonfiglio, nato nel 1911, residente a Bagnatica
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Guerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
già volontario nella campagna Africa Orientale Italiana e poi nella guerra di Spagna - richiamato nella seconda guerra mondiale quale soldato dell'artiglieria - combattente sul fronte alpino-occidentale - partito per la Russia aggregato alla 3^ Divisione Celere nel 1942 - ottenne un Encomio Solenne a Bakmutkin (Don) il 23 agosto 1942

Riferimenti:
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1942
Riferimento iconografico: Archivio Rinaldo Monella - Covo

Agazzi Enrico
di Vittorio, nato il 6 giugno 1911 a Capriate San Gervasio, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
già volontario durante la campagna Africa Orientale Italiana - richiamato nella seconda guerra mondiale in un reparto di fanteria e destinato al fronte greco-albanese - caduto in combattimento il 27 febbraio 1941 in località Nevice - sepolto a Saliari - dopo la guerra i suoi resti mortali vennero esumati e traslati in Italia

Riferimenti:
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941

Agnelli Giulio
di Emanuele e di Rota Luigia, nato a Bergamo, ivi residente
TenenteCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Guerra di Spagna 1936-1939
volontario nella guerra d'Etiopia - partito da Bergamo ai primi di settembre 1935 - nella guerra di Spagna 1^ capo squadra della 724^ bandera, decorato di Croce al Valor Militare a Strada di Francia, Palacio Jbarra, Collogor, 9-24 marzo 1937 - Promozione per meriti di guerra a Santander, 14-26 agosto 1937 - passato al 7° Reggimento CC.NN e decorato di una seconda Croce al Valor Militare a Mudefes, 1 aprile 1938

Decorazioni:
      Croce al valor militaremotivazione
      Croce al valor militaremotivazione
      Promozione speciale per meriti di guerramotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: Albo d'Oro degli Azzurri della Federazione Provinciale di Bergamo; Larus Print Ed., 1997
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Decorati al Valor Militare – Bergamo – a cura dell’Istituto del Nastro Azzurro di Bergamo; Historia Editore, Milano 1939
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1935

Airoldi Domenico
nato nel 1909 a Filago, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
soldato del 115° Reggimento Fanteria - destinato in Africa settentrionale si imbarcò a Napoli l'11 ottobre 1937 e tre giorni dopo sbarcò a Derna, in Cirenaica

Riferimento: Gabriele Medolago, Vincenzo Malvestiti e Roberto Marra: Filago e Marne, con Limagna e Rodi; Castelli Bolis Ed., 2016
Riferimento iconografico: Gabriele Medolago, Vincenzo Malvestiti e Roberto Marra: Filago e Marne, con Limagna e Rodi; Castelli Bolis Ed., 2016

Albani Clemente
residente a Caravaggio
LegionarioCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
soldato di reparto non accertato - partito per l'Africa Orientale verso la fine del 1935

Riferimento: La Voce di Bergamo - periodico - 1936

Albani Vittorio
di Battista e di Bonini Maria, nato il 28 maggio 1909 a Covo, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
ammesso alla ferma minore nel 1929 presso il 79° Reggimento Fanteria, fu congedato il 30 gennaio 1930 - richiamato l'1 ottobre 1937 nel 31° Fanteria e destinato in Africa Orientale, si imbarcò a Napoli il 10 ottobre e tre giorni dopo giunse a Tripoli, dove venne trattenuto ed inquadrato nell'86° Fanteria - rimpatriò sbarcando a Siracusa il 17 maggio 1938 e, due giorni dopo, ottenne il congedo

Riferimento: Anna Maria Calegari e Rinaldo Monella: Combattenti Covesi; BCC Calcio e Covo Ed., 2011 (con le referenze ivi contenute)
Riferimento iconografico: Anna Maria Calegari e Rinaldo Monella: Combattenti Covesi; BCC Calcio e Covo Ed., 2011 (con le referenze ivi contenute)

Albo Luigi
residente a Calcio
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
soldato di reparto imprecisato nella Campagna d'Africa Orientale

Riferimento: Archivio Rinaldo Monella - Covo
Riferimento iconografico: Archivio Rinaldo Monella - Covo

Alborghetti Felice Innocente
di Giuseppe e di Brignoli Lucia, nato l'1 novembre 1911 a Cenate Sopra, residente a Cenate Sotto
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
richiamato alle armi nel 1935, partì per l'Eritrea con l'8^ Sezione Sanità, Divisione Fanteria Gavinana, imbarcandosi a Napoli il 27 marzo 1935 - ottenne un Encomio Solenne a Deberoà l'8 agosto 1935 per aver tratto in salvo alcuni bambini indigeni - rimpatriato da Massaua il 16 luglio 1936 - richiamato alle armi per esigenze speciali il 17 giugno 1940 ed inviato sul fronte alpino occidentale - passato al 5° Reggimento Alpini, Battaglione "Edolo" (Morbegno) il 21 maggio 1942 - partito per la Russia il 19 ottobre 1942 - disperso nel settore di Nikolajewka il 26 gennaio 1943

Decorazioni:
      Encomio solennemotivazione

Riferimenti:
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra: Giornata nazionale del disperso; Bergamo 19 settembre 1971
  ˙ Daniele Bernabei: Memorie di guerra, Cenate Sopra ai suoi Caduti - Grafiche La Passa 1998
  ˙ Matteo Alborghetti: da Cenate d''Argon a Cenate Sotto; 2008
Riferimenti iconografici:
  ˙ Daniele Bernabei: Memorie di guerra, Cenate Sopra ai suoi Caduti - Grafiche La Passa 1998
  ˙ Matteo Alborghetti: da Cenate d''Argon a Cenate Sotto; 2008

Alborghetti Leone
di Giovanni e di Albani Albina, nato il 27 agosto 1903 a Filago, ivi residente
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
chiamato alle armi il 10 maggio 1935 nel 114° Battaglione CC.NN., matr. 32146 - imbarcatosi a Napoli per Massaua l'1 settembre 1935 - rimpatriato il 16 agosto 1936 - collocato in congedo in data 20 agosto 1936 - concessa la croce al merito di guerra

Riferimenti:
  ˙ Gabriele Medolago, Vincenzo Malvestiti e Roberto Marra: Filago e Marne, con Limagna e Rodi; Castelli Bolis Ed., 2016
  ˙ Comune di Filago: Sacrificio e Memoria (2 voll.) - Modulimpianti Ed. 2006

Albricci Mauro
residente a Vilminore di Scalve
LegionarioCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
legionario volontario, partito per l'Eritrea nel febbraio 1916

Riferimento: La Voce di Bergamo - periodico - 1936

Algeri Luigi
di Giuseppe e di Madaschi Anna Maria, nato il 13 febbraio 1913 a Scanzorosciate, residente a Torre Boldone
SoldatoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
soldato dei bersaglieri, partecipò come legionario dal 1936 alla campagna di guerra in Africa orientale - richiamato nella seconda guerra mondiale - catturato dai tedeschi dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 ed internato in Germania - rimpatriato alla fine del conflitto

Riferimenti:
  ˙ AA.VV.: Uomini in guerra - 1915-1918, 1940-1945, seconda parte; Torre Boldone, 1993
  ˙ AA.VV.: Uomini in guerra - 1915-1918, 1940-1945, terza parte; Torre Boldone, 1995
Riferimento iconografico: AA.VV.: Uomini in guerra - 1915-1918, 1940-1945, seconda parte; Torre Boldone, 1993

Alimonti don Angelo Pasquale
di Giuseppe e di Maffi Maria Maddalena, nato il 6 gennaio 1900 a Romano di Lombardia, ivi residente
Tenente CappellanoCampagna d'Africa Orientale 1935-1938
la sua prima esperienza militare avvenne durante il periodo di ferma negli anni 1921-22 quando prestò servizio nel Genio Telegrafisti - dopo il congedo riprese gli studi ecclesiastici interrotti durante la ferma e, il 29 maggio 1926, venne ordinato sacerdote - quando il regime fascista decise di avviare le operazioni militari nell’Africa Orientale nel gennaio 1936, don Angelo fu richiamato e destinato come Cappellano dell’Ospedale da campo n. 533 ad Omager - nei due anni trascorsi in Eritrea, la figura di questo sacerdote fu per tutti un riferimento di grande importanza materiale e spirituale - nei ricordi del medico dell’ospedale 533, Paolino Bordi, traspare la grande ammirazione per questo poliedrico sacerdote, capace di avvicinare alla fede anche i soldati più sbandati e difficili da recuperare - degna di nota fu la preparazione per la S. Messa di Natale del 1937, quando don Angelo allestì una tenda come se fosse una cattedrale ed alla funzione di mezzanotte parteciparono moltissime persone, civili e militari, provenienti da vari villaggi e presidi - scrive Bordi: “ Quel Natale, che prevedevamo tanto triste, tanto cupo, tanto desolato, si trasformò in un Natale radioso, il più bello della mia vita! “ - congedato nel marzo del 1938, don Angelo divenne poi rettore del Collegio vescovile di Celana, che diresse per tutto il resto della sua vita

Riferimenti:
  ˙ Anna Maria Calegari e Rinaldo Monella: Soldati, storie di combattenti romanesi tra Ottocento e Novecento; La Serigrafica Buccinasco Ed. 2018 (con le referenze ivi contenute)
  ˙ Altare da Campo - 1961
Riferimento iconografico: Anna Maria Calegari e Rinaldo Monella: Soldati, storie di combattenti romanesi tra Ottocento e Novecento; La Serigrafica Buccinasco Ed. 2018 (con le referenze ivi contenute)


1387 risultati       Pagina 1 di 56                    - successiva