Ricerca Guerra di Spagna Caduti

Cerca in tutti i campi:
    cerca solo nel cognome     cognome esatto
170 risultati       Pagina 1 di 7                    - successiva

Amoruso Paolo
di Giacomo e di Richienti Maria, nato l'1 novembre 1904 a Bisceglie (BA), residente a Villa d'Almè
LegionarioGuerra di Spagna 1936-1939
dal 1923 al 1929 prestò servizio nell'Arma dei Carabinieri Reali - chiese di partire per l'Africa Orientale Italiana ma la domanda non venne accolta perchè apparteneva ad un'arma speciale - la domanda di partire per la Spagna venne però accolta - soldato scelto della 524^ bandera "Carroccio", caduto in combattimento nel settore di Brihuega (presso Malaga) il 18 marzo 1937 - decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare alla memoria

Decorazioni:
      Medaglia di bronzo al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1937
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937

Appiani Manfredi
nato nel 1909 a Milano, residente a (Bergamo)
SottotenenteGuerra di Spagna 1936-1939
conseguito il diploma di perito industriale all’Istituto industriale di Bergamo, entrò per concorso nell’Arma Aeronautica come aviere, ammesso al corso allievi ufficiali di complemento nel settembre 1935 - ottenne il brevetto di pilota militare sugli apparecchi Ca 100 e 111 nel maggio e nell’agosto 1936 - nominato sottotenente di complemento nel febbraio 1937 presso l'8° Stormo bombardieri, al termine del servizio di prima nomina fu trattenuto in servizio ed inviato in missione speciale oltremare in Spagna - in una azione di guerra sul cielo delle Baleari, nei pressi di Palma di Maiorca, morì il 29 settembre 1937

Decorazioni:
      Medaglia d'oro al valor militaremotivazione
      Promozione speciale per meriti di guerramotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Archivio Clemente Suardi - Trezzo sull'Adda (MI)
  ˙ https://www.combattentiliberazione.it
Riferimento iconografico: Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale

Arnoldi Matteo
di Angelo e di Offredi Luigia, nato il 20 novembre 1916 a Taleggio, residente a Val Brembilla
SoldatoGuerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
soldato del 5° Reggimento Alpini, prima al Battaglione "Tirano" e poi all' "Edolo", matr. 55544, alle armi dal 5 maggio 1938 - il 27 febbraio 1939 partito volontario per la Spagna, dove rimase fino al 17 aprile - l'11 giugno 1940 prese parte alle operazioni di guerra sul fronte alpino occidentale col Battaglione "Valtellina" - destinato in seguito al 25° Reparto Salmerie del 5° Alpini, partì per l'Albania imbarcandosi a Brindisi il 19 novembre 1940 - combattente sul fronte greco-albanese, si ammalò di polmonite e morì all'Ospedale da campo n. 426 di Tirana il 21 giugno 1941 - sepolto al Cimitero militare della città - nel dopoguerra i suoi resti mortali furono traslati a Bari nel Sacrario Militare Caduti d'Oltremare

Riferimenti:
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Archivio Sergio Fantini - Gerosa
  ˙ Matteo Rabaglio e Giosuè Bonetti: O tu che leggi, ricorda – epitaffi cimiteriali tra l’Adda e il Brembo; Centro Studi Valle Imagna, 2017
  ˙ L'Alta Valle Brembana - periodico - 1941
  ˙ Giovanni Salvi: La Val Taleggio ai suoi Caduti; Corponove Ed., 2015
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941
Riferimenti iconografici:
  ˙ Archivio Sergio Fantini - Gerosa
  ˙ L'Alta Valle Brembana - periodico - 1941
  ˙ Giovanni Salvi: La Val Taleggio ai suoi Caduti; Corponove Ed., 2015
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941

Barcella Mario
di Luigi e di Brusaferri Persilia, nato il 29 maggio 1913 ad Albino, ivi residente
SoldatoGuerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
nel conflitto di Spagna camicia nera del 2° Reggimento CC.NN., decorato di Croce al Valor Militare a Cogull, 26 dicembre 1938 - nella seconda guerra mondiale soldato dell'11° Battaglione CC.NN. Milizia Volontaria Sicurezza Nazionale, 14^ Battagione, combattente sul fronte russo - deceduto in prigionia il 6 aprile 1943 in Russia in località imprecisata

Decorazioni:
      Croce al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Unione Nazionale Italiana Reduci dalla Russia: database caduti e dispersi in Russia
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra: Giornata nazionale del disperso; Bergamo 19 settembre 1971

Belotti Antonio
nato a Lovere, ivi residente
CapitanoPrima Guerra Mondiale 1914-1918 - Guerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
reduce della grande guerra, fu poi volontario in Spagna nella Brigata "Frecce Azzurre", combattendo sull'Ebro e nel Levante, e da dove rientrò ferito e parzialmente invalido - nella seconda guerra mondiale fu ufficiale del 6° reggimento Alpini, Battaglione "Valchiese" - cadde in combattimento sul fronte greco-albanese il 21 gennaio 1941

Riferimenti:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941

Benigni Raffaele
di Angelo e di Ruggeri Angelina, nato il 28 novembre 1912 a Lovere, residente a Champignolles - Yonne (Francia)
CombattenteGuerra di Spagna 1936-1939
nel 1930 emigrò in Francia con passaporto di lavoro - nel settembre 1933 rientrò in Italia per espletare il servizio militare di leva, inquadrato il 30 giugno 1934 nel 30° Reggimento Artiglieria da Campagna - in seguito riformato a causa di una fibrosclerosi e pleurite basilare - rientrato in Francia a Champignolles nel dipartimento di Yonne, in Borgogna - nel 1937 decise di passare in Spagna ed il 21 settembre del 1937 si arruolò nella Brigata Garibaldi - partecipò ai combattimenti in Extremadura ed alla ritirata di Caspe - il 19 aprile 1938 fu ricoverato in un ospedale dell’Esercito Repubblicano - nel settembre 1938 prese parte alla battaglia dell’Ebro dove venne dichiarato disperso

Riferimenti:
  ˙ http://www.antifascistispagna.it
  ˙ www.sidbrint.ub.edu
  ˙ Matteo Cefis: E' andato coi rossi, Volontari bergamaschi nella guerra civile spagnola; Il Filo di Arianna Ed. 2013
  ˙ Archivio Clemente Suardi - Trezzo sull'Adda (MI)

Benzoni Bruno
di Giacomo, nato il 12 luglio 1913 a Bergamo, ivi residente
SoldatoGuerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
già volontario nella guerra di Spagna, prese poi parte alle operazioni militari per l'occupazione dell'Albania - richiamato nella fanteria ed inviato sul fronte greco-albanese, cadde in combattimento sul Mali Karanina il 10 gennaio 1941

Riferimenti:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1942
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1942
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941

Beretta Giovanni (Battista) Angelo
di Angelo e di Frigeni Maddalena, nato il 13 giugno 1907 a Sotto il Monte Giovanni XXIII, residente a Carvico
Caporal MaggioreCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Guerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
prestò il servizio di leva nel 1927-1928 a Trento, presso un reparto alpino, matr. 10354 - divenuto caporal maggiore nella Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale, entrò nel 114° Battaglione CC.NN. e partì per l'Africa Orientale Italiana l'1 settembre 1935 - rimpatriato da Massaua il 7 agosto 1936, rientrò nella 14^ Legione e poi smobilitato - richiamato per l'intervento in Spagna ed assegnato alla 138^ Legione, 724° Battaglione - imbarcato a Gaeta il 26 gennaio 1937, rimase in territorio spagnolo fino al 10 ottobre successivo, quando fu rimpatriato da Cadice, probabilmente a causa di una ferita - durante la seconda guerra mondiale prese parte alle campagne di Grecia, Albania e Russia - passato nell'esercito della Repubblica Sociale Italiana, divenne caporal maggiore nella Guardia Nazionale Repubblicana a Dalmine - il 4 maggio 1945 venne ucciso a Dalmine da alcuni partigiani

Riferimenti:
  ˙ Livio Valentini: Albo Caduti RSI - L'altra verità – maggio2011-novembre 2016 in www.laltraverità.it
  ˙ Roberto Fabbrucci: Una tragica primavera - Fabbrucci Ed., 2014
  ˙ Gabriele Medolago: Carvico alle pendici del Monte Canto; Comune di Carvico, 2016
  ˙ ANCR, Sezione di Sotto il Monte Giovanni XXIII: Per non dimenticare; Ed. 2000

Bergamaschi Ettore
di Antonio e di Gritti Caterina, nato il 13 giugno 1913 a Romano di Lombardia, ivi residente
CaporaleGuerra di Spagna 1936-1939
prestò il servizio di leva nel 1934 presso il 24° Reggimento Fanteria - il 3 febbraio 1937 venne richiamato quale volontario nella 14^ Legione M.V.S.N. e, poco dopo, partì per la Spagna, inquadrato nella 724^ Bandera “Inflessibile“ al comando del Senatore Gamberini - l’8 marzo ebbe inizio la famosa battaglia di Guadalajara (8 – 23 marzo), combattuta tra le forze della seconda repubblica spagnola ed i nazionalisti di Francisco Franco, affiancati dalle truppe volontari italiani - il 20 marzo, durante uno scontro in località Mascgozo, Ettore venne colpito a morte e il suo corpo fu sepolto in una piccola chiesa presso il villaggio di Coroliar

Riferimenti:
  ˙ Anna Maria Calegari e Rinaldo Monella: Soldati, storie di combattenti romanesi tra Ottocento e Novecento; La Serigrafica Buccinasco Ed. 2018 (con le referenze ivi contenute)
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1937
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ Il libro degli Eroi - Legione Volontari d'Italia Giulio Cesare; La Volontà d'Italia Ed. - Roma, Anno XVIII E.F.
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
Riferimenti iconografici:
  ˙ Anna Maria Calegari e Rinaldo Monella: Soldati, storie di combattenti romanesi tra Ottocento e Novecento; La Serigrafica Buccinasco Ed. 2018 (con le referenze ivi contenute)
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ Il libro degli Eroi - Legione Volontari d'Italia Giulio Cesare; La Volontà d'Italia Ed. - Roma, Anno XVIII E.F.
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937

Bergamo Teodoro
di Giovanni Battista e di Palanchini Clementina, nato il 14 luglio 1892 a Romano di Lombardia, residente a Cerete
MarescialloPrima Guerra Mondiale 1914-1918 - Guerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
quale soldato di leva della classe 1892 chiese di essere chiamato anticipatamente e, difatti, il 15 luglio 1912 fu arruolato nel 5° Reggimento Bersaglieri, dove ben presto divenne Caporal Maggiore - trattenuto alle armi fino all’entrata in guerra dell’Italia nel 1915, giunse in zona operativa già dal 24 maggio rimanendo nel settore di Tolmino fino al 14 settembre 1918 - in tale data col grado di Maresciallo, partì per Padula (Potenza) in quanto assegnato al 2° Reggimento Speciale - il 22 settembre si imbarcò a Brindisi sbarcando a Valona, in Albania, dove raggiunse il fronte di guerra nel 10° Reggimento Bersaglieri in Argirocastro - rimase sul fronte albanese fino all’11 settembre 1919, data in cui salpò da Santi Quaranta rimpatriando a Brindisi - il Ministero della Guerra gli conferì due medaglie ricordo del conflitto nonché la Croce al merito di guerra - diversi anni dopo, nel 1936, fece richiesta di richiamo alle armi quale volontario e venne riassunto in servizio presso gli uffici del Comando Corpo d’Armata di Milano - presentatosi in seguito come “volontario per qualsiasi destinazione“, venne trasferito al 22° Reggimento Fanteria in Pisa il 6 settembre 1937 - l’1 ottobre si imbarcò a Napoli per la Spagna, inquadrato come volontario in servizio non isolato all’estero, per tempo indeterminato, nel 7° Battaglione Complementare di Fanteria - il suo foglio matricolare indica solamente che venne rimpatriato e congedato il 28 giugno 1938 - qualche tempo dopo ricevette l’autorizzazione a fregiarsi del distintivo con medaglia per i volontari di guerra nonché la croce al merito per il servizio di volontario in Spagna - scoppiata la II Guerra mondiale, chiese ed ottenne nuovamente la riammissione in servizio e, infatti, fu riassunto il 15 febbraio 1939 - il 15 novembre 1940 venne aggregato al Quartier Generale del 3^ Corpo d’Armata mobilitato per il fronte greco-albanese e, il giorno 22 dello stesso mese, si imbarcò a Bari sul piroscafo “Giuseppe Verdi“ - tre giorni dopo sbarcava a Durazzo e immediatamente venne inviato al fronte, prima su quello albanese e poi su quello greco - nel 1943 si trovava ancora al Comando Piazza di Atene con il grado di Maresciallo Maggiore e, il 17 maggio, partì per l’Italia via aerea giungendo a Foggia - i tanti anni di servizio in guerra avevano avuto sicuramente il loro peso sul fisico di questo intraprendente soldato e, infatti, dopo il rimpatrio cominciò per lui una lunga odissea in vari ospedali di Bergamo, Milano e Brescia - morì nel Comune di Cerete il 7 dicembre 1944, molto probabilmente a causa della malattia contratta in Grecia

Riferimento: Anna Maria Calegari e Rinaldo Monella: Soldati, storie di combattenti romanesi tra Ottocento e Novecento; La Serigrafica Buccinasco Ed. 2018 (con le referenze ivi contenute)

Bertoletti Luigi
di Battista e di Rossi Maria, nato l'11 agosto 1913 a Pontida, ivi residente
LegionarioGuerra di Spagna 1936-1939
camicia nera del 3° Reggimento Fanteria Legionaria Littorio, caduto in combattimento nella zona di Prat de Compte-Cherta-Quota 418 il 5 aprile 1938 - sepolto a Saragozza nel Sacrario Militare Italiano - decorato di Medaglia d'Argento al Valor Militare alla memoria

Decorazioni:
      Medaglia d'argento al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma

Bertuletti Luigi
di Battista e di Rossi Maria, nato l'11 agosto 1913 a Pontida, ivi residente
LegionarioGuerra di Spagna 1936-1939
soldato del Battaglione "Temerario" della Divisione "Littorio" - caduto in combattimento sul fronte d'Aragona l'8 aprile 1938

Riferimenti:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937

Bianchi Angelo
di Luigi e di Facheris Pierina, nato il 28 ottobre 1912 ad Urgnano, ivi residente
LegionarioGuerra di Spagna 1936-1939
prestò il servizio di leva nell'Artiglieria Divisionale - partito per la Spagna il 20 gennaio 1937 - soldato del 7° Reggimento CC.NN., caduto in combattimento sul Fronte d'Aragona il 5 aprile 1938 - sepolto a Saragozza nel Sacrario Militare Italiano - decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare alla memoria (nato il 26 settembre 1912?)

Decorazioni:
      Medaglia di bronzo al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ Il libro degli Eroi - Legione Volontari d'Italia Giulio Cesare; La Volontà d'Italia Ed. - Roma, Anno XVIII E.F.
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ Il libro degli Eroi - Legione Volontari d'Italia Giulio Cesare; La Volontà d'Italia Ed. - Roma, Anno XVIII E.F.
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937

Bianzina Anselmo
di Giuseppe e di Micheli Erminia, nato il 16 dicembre 1916 a Dossena, residente a San Pellegrino Terme
Caporal MaggioreGuerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
legionario nella guerra di Spagna - nella seconda guerra mondiale graduato del 5° Reggimento Alpini, combattente sul fronte greco-albanese - caduto in combattimento a Quota 2110 di Guri i Topit, Albania, l'11 febbraio 1941 - ivi sepolto

Decorazioni:
      Medaglia di bronzo al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1942
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Centro Storico Culturale Valle Brembana “Felice Riceputi”: Voci dall’Inferno; Corponove Ed., 2020
  ˙ Giornale di San Pellegrino - periodico - 1941
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1942
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1942
  ˙ Giornale di San Pellegrino - periodico - 1941
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941

Bigoni Adolfo
di Giacomo, nato il 18 dicembre 1909 a Parre, residente a Ponte Nossa
SoldatoGuerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
già volontario nella guerra di Spagna e poi legionario nel 14° Battaglione "Bergamo" sul fronte greco albanese - caduto in combattimento il 4 febbraio 1941

Riferimenti:
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1941
Riferimento iconografico: La Voce di Bergamo - periodico - 1941

Bortolotti Lorenzo
di Giuseppe e di Maffeis Diomira, nato il 3 febbraio 1916 a Cene, ivi residente
LegionarioGuerra di Spagna 1936-1939
soldato volontario della Divisione "Littorio" - caduto in combattimento sull'Ebro il 7 aprile 1938 - sepolto a Saragozza nel Sacrario Militare Italiano - nel 1939 gli venne dedicata una via a Cene ma, dopo la caduta del regime fascista, l'amministrazione comunale non ritenne opportuno conservare il nome di vie che ricordassero quel periodo e, pertanto, la via fu rinominata "Guglielmo Marconi"

Riferimenti:
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ Il libro degli Eroi - Legione Volontari d'Italia Giulio Cesare; La Volontà d'Italia Ed. - Roma, Anno XVIII E.F.
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
  ˙ Cene 1962; Litostampa Bergamo Ed., 1962
  ˙ Circolo Culturale "Insieme per Cene": I Partigiani di Cene; Quaderni Culturali n. 2, 2017
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ Il libro degli Eroi - Legione Volontari d'Italia Giulio Cesare; La Volontà d'Italia Ed. - Roma, Anno XVIII E.F.
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937

Bosio Amadio
di Lorenzo e di Bertocchi Teresa, nato il 18 luglio 1916 a Gandino, ivi residente
Caporal MaggioreGuerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
soldato volontario nella guerra di Spagna, matr. 54812, dal 20 marzo al 17 aprile 1939 - promosso caporale e trattenuto alle armi - in zona di guerra dall'11 giugno 1940 nel 5° Reggimento Alpini, Battaglione "Edolo", sul fronte alpino occidentale - promosso caporal maggiore e partito via aerea da Brindisi per Tirana il 12 novembre 1940 - rimpatriato il 30 giugno 1941 - partito per la Russia il 20 luglio 1942 - ricoverato all'Ospedale Militare di Riserva n. 6 in Karkov l'1 febbraio 1943 - rimpatriato col treno ospedale n. 20 il 10 marzo 1943 - morto il 29 maggio 1943 all'Ospedale della Croce Rossa Italiana in Chiari e sepolto a Gandino nel Cimitero comunale

Riferimenti:
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Archivio Pierluigi Rossi - Casnigo
  ˙ Archivio di Stato di Bergamo: Distretti Militari di Bergamo e Treviglio – ruoli e fogli matricolari

Bottagisi Carlo Severino
di Giacomo e di Bottagisi Pierina, nato l'8 settembre 1913 a Santa Brigida, residente a Roquebillière (Francia)
CombattenteGuerra di Spagna 1936-1939
emigrato nel 1927 in Francia con la famiglia, stabilendosi a Roquebillère nelle Alpi Marittime - soldato di leva della classe 1913, fu dispensato dal presentarsi alle armi perché emigrato prima del 1° gennaio dell’anno in cui aveva compiuto il diciottesimo anno d’età - segnalato alle autorità italiane per la sua attività politica a favore della causa repubblicana spagnola ed iscritto nei registri di frontiera con l’indicazione di procedere al suo arresto - nell’ottobre 1936 entrò in Spagna e si arruolò nel Battaglione Garibaldi, 3^ Compagnia - partecipò alla battaglia di Guadalajara, dove cade al Castello d’Ibarra il 17 marzo 1937

Riferimenti:
  ˙ http://www.antifascistispagna.it
  ˙ Alvaro Lopez (a cura di): Il Battaglione Garibaldi, cronologia - AICVAS Quaderno n. 7, 1990
  ˙ Matteo Cefis: E' andato coi rossi, Volontari bergamaschi nella guerra civile spagnola; Il Filo di Arianna Ed. 2013
  ˙ Archivio Clemente Suardi - Trezzo sull'Adda (MI)
  ˙ Tarcisio Bottani: Santa Brigida e l'antica Valle Averara; Corponove Ed., 2013
Riferimento iconografico: http://www.antifascistispagna.it

Bottagisi Severino
nato l'8 settembre 1913 a Santa Brigida, ivi residente
SoldatoGuerra di Spagna 1936-1939
morto il 17 marzo 1937 a Guadalajara e sepolto in Spagna

Riferimenti:
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ Tarcisio Bottani ed Ermanno Arrigoni: Camerata Cornello; Corponove Ed., 2003

Botti Carlo
di Antonio e di Personelli Angela, nato l'8 maggio 1897 a San Paolo del Brasile, residente a Bergamo
LegionarioPrima Guerra Mondiale 1914-1918 - Guerra di Spagna 1936-1939
nella Grande Guerra prestò servizio per 45 mesi - soldato del G.R. "Sante Boffelli" - caduto in combattimento in Biscaglia il 28 ottobre 1937

Riferimenti:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1937
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937

Brambilla Giacomo
nato il 14 dicembre 1908 a Chignolo d'Isola, residente a Terno d'Isola
SoldatoGuerra di Spagna 1936-1939
camicia nera del 7° Reggimento CC.NN., decorato di Medaglia d'Argento al Valor Militare a Masia de las Fuentes, 13 luglio 1938 dove rimase gravemente ferito - morì poco dopo a Teruel e venne sepolto a Saragozza nel Sacraro Militare Italiano

Decorazioni:
      Medaglia d'argento al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: Albo d'Oro degli Azzurri della Federazione Provinciale di Bergamo; Larus Print Ed., 1997
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma

Brembilla Giacomo
nato a Chignolo d'Isola, ivi residente
LegionarioGuerra di Spagna 1936-1939
caduto in combattimento

Riferimento: Rivista di Bergamo - anno 1938
Riferimento iconografico: Rivista di Bergamo - anno 1938

Breviario Vincenzo
di Giovanni e di Gualandris Leonilda, nato il 6 settembre 1913 a Bonate Sopra, ivi residente
SoldatoGuerra di Spagna 1936-1939 - Seconda Guerra Mondiale 1940-1945
già volontario nella guerra di Spagna e, più tardi, nella campagna di Grecia - inviato nel 1942 sul fronte russo col Gruppo CC.NN. "Leonessa" della Milizia Volontaria Sicurezza Nazionale - decorato di Croce al Valor Militare (alla memoria) a Podorashnyi, 14 ottobre 1942 , data della sua presunta morte

Decorazioni:
      Croce al valor militaremotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: Albo d'Oro degli Azzurri della Federazione Provinciale di Bergamo; Larus Print Ed., 1997
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ http//www.14-18.it
  ˙ Unione Nazionale Italiana Reduci dalla Russia: database caduti e dispersi in Russia
  ˙ Ministero della Difesa: Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti in Guerra (Onorcaduti) - Roma
  ˙ www.pietredellamemoria.it
  ˙ La Voce di Bergamo - periodico - 1943
Riferimento iconografico: La Voce di Bergamo - periodico - 1943

Buscardi Giacomo
di Giovanni e di Del Carro Elisabetta, nato il 10 ottobre 1910 a Calcinate, ivi residente
LegionarioCampagna d'Africa Orientale 1935-1938 - Guerra di Spagna 1936-1939
prestò il servizio di leva nell'artiglieria contraerea - richiamato per esigeze dell'Africa Orientale Italiana fu in Eritrea dal 16 ottobre 1935 all'11 marzo 1936 - partì per la Spagna il 13 febbraio 1937 - soldato del Battaglione Bergamo, caduto in combattimento in Biscaglia il 16 settembre 1937

Riferimenti:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1937
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ Il libro degli Eroi - Legione Volontari d'Italia Giulio Cesare; La Volontà d'Italia Ed. - Roma, Anno XVIII E.F.
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1938
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ Il libro degli Eroi - Legione Volontari d'Italia Giulio Cesare; La Volontà d'Italia Ed. - Roma, Anno XVIII E.F.
  ˙ Albo della Gloria: Caduti e dispersi nella Campagna d'Africa Orientale - Edizione per le biblioteche delle Forze Armate, 1937

Butti Eliseo
residente a Pontirolo Nuovo
SoldatoGuerra di Spagna 1936-1939
soldato di reparto non accertato - caduto in Spagna nel 1939

Riferimento: http//www.14-18.it


170 risultati       Pagina 1 di 7                    - successiva