Ricerca Difesa di Roma 1849 Decorati al valor militare

Cerca in tutti i campi:
    cerca solo nel cognome     cognome esatto
4 risultati       Pagina 1 di 1                    -

Dall'Ovo Luigi Enrico
di Ermenegildo e di Carrara Rosa, nato l'8 gennaio 1821 a Bergamo, residente a Dalmine
GeneraleCampagna 1848 - Difesa di Roma 1849 - Campagna 1859 - Spedizione dei Mille 1860 - Campagna 1861 - Campagna 1862 - Campagna 1866
nel 1848 partecipò alla sollevazione di Bergamo e accorse a Milano con la Colonna Bonorandi per combattere contro gli austriaci a Porta Tosa - prese poi parte alla spedizione nel Tirolo - promosso luogotenente comandante l'8^ centuria 15 aprile 1849 - promosso sottotenente per la leggendaria difesa del Vascello durante la difesa di Roma - nel 1859 fu volontario garibaldino nei Cacciatori delle Alpi - nel 1860 si distinse a Calatafimi ed a Palermo - nominato capitano l'11 giugno 1860 - promosso maggiore per l'eroico combattimento a Villa Gualtieri nella battaglia campale del Volturno dell'1 ottobre 1860 - ottenne la Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare di Savoia il 6 giugno 1861 per il valore dimostrato nella campagna meridionale - passato poi al 2° Reggimento, 1^ brigata della 18^ divisione Bixio - nel 1862 fece la campagna contro il brigantaggio in Sicilia nel 37° Fanteria - nel 1866 fu nella brigata Ravenna, distintosi all'assedio di Borgoforte (Mantova) il 17 luglio - promosso tenente colonnello e poi generale della riserva - pluridecorato nel 1848-1849, 1859, 1860 e 1866

Decorazioni:
      Croce dell'ordine militare dei Savoiamotivazione

Riferimenti:
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: Albo d'Oro degli Azzurri della Federazione Provinciale di Bergamo; Larus Print Ed., 1997
  ˙ Museo del Risorgimento di Bergamo
  ˙ Fondazione Bergamo nella Storia: Bergamo nella II^ Guerra d'Indipendenza
  ˙ Lapidi nel cortile del Museo del Risorgimento a Bergamo
  ˙ BGpedia - raccolta di dati su bergamaschi di tutte le epoche: in www.bgpedia.it
  ˙ Alberto Agazzi: Le 180 biografie dei Bergamaschi dei Mille;Società Editrice S. Alessandro, 1960
  ˙ Regio Liceo-Ginnasio Paolo Sarpi di Bergamo: Bergamo e i Mille; Istituto Italiano di Arti Grafiche, 1932
  ˙ Archivio di Stato di Torino - Database Garibaldini
  ˙ Ugo Del Col: Daniele Piccinini, un garibaldino a Selvino; UNI Service Ed. 2007
  ˙ Germano Bevilacqua: I Mille di Marsala; Vol. I^ Manfrini Ed. 1982
  ˙ Germano Bevilacqua: I Mille di Marsala; Vol. II^ Manfrini Ed. 1985
  ˙ Guido Sylva: L'VIII^ Compagnia dei Mille - a cura di Alberto Agazzi; Ed. 1959
  ˙ Alberto Agazzi (a cura di): Storia del Volontarismo Bergamasco; Società Editrice S. Alessandro, 1960
  ˙ Museo del Risorgimento di Milano: Elenco dei soldati italiani della Provincia di Bergamo che hanno fatto una o più delle sette campagne dal 1848 al 1870 per l'indipendenza italiana - Libri I^e II^
  ˙ Bortolo Belotti: Storia di Bergamo e dei Bergamaschi; Bolis Ed. 1959
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1924
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1932
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1940
  ˙ Archivio Rinaldo Monella - Covo
  ˙ https://www.solferinoesanmartino.it/progetto-torelli/ricerca
  ˙ Claudio Lino Pesenti (a cura di): Ora vi dico di io...; Associazione Storica Dalminese - Tipografia dell'Isola, 2018
  ˙ Museo del Risorgimento di Milano: Museo ed Archivio storico dei Mille di Enrico Emilio Ximenes
  ˙ Felice De Chaurand de Saint Eustache: Un bergamasco da milite garibaldino a generale del Regio Esercito Italiano - Luigi Enrico Dall'Ovo; Tecnografica Tavecchi, 1933
  ˙ Marco Pizzo: L'Album dei Mille di Alessandro Pavia; Gangemi Ed., 2004
  ˙ Umberto Zanetti: Mille bergamaschi nella storia; Ferruccio Arnoldi Ed., 2011
Riferimenti iconografici:
  ˙ Alberto Agazzi: Le 180 biografie dei Bergamaschi dei Mille;Società Editrice S. Alessandro, 1960
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1924
  ˙ Claudio Lino Pesenti (a cura di): Ora vi dico di io...; Associazione Storica Dalminese - Tipografia dell'Isola, 2018
  ˙ Felice De Chaurand de Saint Eustache: Un bergamasco da milite garibaldino a generale del Regio Esercito Italiano - Luigi Enrico Dall'Ovo; Tecnografica Tavecchi, 1933
  ˙ Marco Pizzo: L'Album dei Mille di Alessandro Pavia; Gangemi Ed., 2004

Palazzini Numa
di Giovanni e di Valcarenghi Teresa, nato il 17 maggio 1825 a Bergamo, ivi residente
Maggiore Campagna 1848 - Difesa di Roma 1849 - Campagna 1859 - Campagna 1860 - Campagna 1866
nel 1848 partecipò all'insurrezione di Bergamo e poi alle Cinque Giornate di Milano combattendo a Porta Tosa e fu poi luogotenente della Guardia Nazionale - nel 1849 partecipò alla spedizione in Val d'Intelvi e quindi raggiunse Roma, combattendo a San Pancrazio, a Villa Panfili, al Casino dei Quattro Venti ed al Vascello - dopo la caduta della Repubblica espatriò a Costantinopoli - nel 1859 si arruolò nei Cacciatori delle Alpi quale ufficiale d'ordinanza del generale Garibaldi, divenendo poi luogotenente di Stato Maggiore - nel 1860 si imbarcò sul rimorchiatore "Utile" con la retroguardia dei Mille e giunse a Marsala l'1 giugno - nominato capitano, comandò una compagnia nel Battaglione "Sprovieri", meritandosi una proposta di decorazione di Medaglia d'Argento al Valor militare per la battaglia di Milazzo (ricompensa poi non assegnata) - nel 1866 maggiore del 2° Reggimento Volontari Italiani - ottenne la Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare di Savoia per il combattimento di Pieve di Ledro del 18 luglio

Decorazioni:
      Croce dell'ordine militare dei Savoiamotivazione - 1 di 2
motivazione - 2 di 2

Riferimenti:
  ˙ BGpedia - raccolta di dati su bergamaschi di tutte le epoche: in www.bgpedia.it
  ˙ Alberto Agazzi (a cura di): Storia del Volontarismo Bergamasco; Società Editrice S. Alessandro, 1960
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1940
  ˙ Archivio Clemente Suardi - Trezzo sull'Adda (MI)
  ˙ Regio Decreto che accorda la Medaglia Commemorativa Italiana a tutti coloro che fecero la Campagna del 1866 e concede ricompense speciali a coloro che maggiormente vi si distinsero - 6 dicembre 1866 (2 volumi); Tipografia Fodratti, Firenze
  ˙ Giorgio Mangini (a cura di): Arcangelo Ghisleri - mente e carattere; Archivio Storico Bergamasco 15/16, Lubrina Ed. 1989
  ˙ Umberto Zanetti: Mille bergamaschi nella storia; Ferruccio Arnoldi Ed., 2011
Riferimenti iconografici:
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1941
  ˙ Giorgio Mangini (a cura di): Arcangelo Ghisleri - mente e carattere; Archivio Storico Bergamasco 15/16, Lubrina Ed. 1989

Rota Antonio
di Angelo e di Fisieni Margherita, nato il 30 ottobre 1820 a Bergamo, ivi residente
CapitanoRegno Lombardo-Veneto 1814-1859 - Campagna 1848 - Campagna 1849 - Difesa di Roma 1849 - Campagna 1859 - Campagna 1860 - Campagna 1861

Vedasi in 'Storie di soldati': Bergamaschi in difesa della Repubblica Romana

adolescente, si arruolò nell'Esercito Austriaco - durante i moti del 1848 si trovava in Veneto, disertò e rientrò a Bergamo entrando nella falange del colonnello Bonorandi (1^ Sezione della Guardia Mobile), combattendo al Tonale, Ponte delle Sarche e Castel Toblino - in seguito fece parte della Divisione Lombarda e nel 1849 partecipò alla battaglia di Novara - quale ufficiale della 7^ Compagnia Bersaglieri Lombardi, accorse alla difesa di Roma nel reggimento bersaglieri di Luciano Manara, venendo ferito al braccio sinistro il 13 giugno, po ricoverato all'Ospedale Fornaci - in seguito ufficiale del 23° Reggimento Fanteria e nel 1859, passato all'11° Fanteria, combattè a San Martino, dove venne decorato di Medaglia d'Argento al Valor Militare - nel 1860 partecipò alla spedizione Cialdini in Romagna, dove fu promosso capitano

Decorazioni:
      Medaglia d'argento al valor militaremotivazione - 1 di 2
motivazione - 2 di 2

Riferimenti:
  ˙ Bortolo Belotti: Storia di Bergamo e dei Bergamaschi; Bolis Ed. 1959
  ˙ Rivista di Bergamo - anno 1939
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1941
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1943
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1948
  ˙ Giornale di Roma del 1849; Tipografia Salviucci, 1870
  ˙ https://www.solferinoesanmartino.it/progetto-torelli/ricerca
  ˙ Reyneri, A.L.: da Montebello a Solferino; Robecchi Levino Ed., 1863
  ˙ Mario Sigismondi: Solferino e San Martino nella stampa bergamasca; Tecnograff Ed., 2009
  ˙ Lionello Gaspari: Chiuduno, Storia e Cronaca; Tipolitografia Centrale, Chiuduno 2001

Setti Giuseppe
di Giacomo e di Redaelli Francesca, nato il 9 agosto 1823 a Treviglio, ivi residente
ColonnelloCampagna 1848 - Campagna 1849 - Difesa di Roma 1849 - Campagna 1859 - Campagna 1860 - Campagna 1861 - Campagna 1862 - Campagna 1866
soldato del Corpo Volontari Lombardi il 7 aprile 1848 - sottotenente per decreto del Governo Provvisorio Lombardo il 5 giugno 1848, prese parte alla spedizione nel Tirolo con la compagnia di Gian Maria Scotti - luogotenente nel Battaglione volteggiatori della Repubblica Romana dal 30 giugno 1849 - luogotenente nel 2° Reggimento Cacciatori delle Alpi dall'11 aprile 1859, ottenne una Menzione Onorevole per la battaglia di San Fermo - passato poi nella Regia Artiglieria, 14^ batteria - decorato di Medaglia d'Argento al Valor Militare - maggiore nell'esercito dell'Italia meridionale nel 1860, passando poi al Corpo Volontari Italiani - trasferito all'Esercito regolare ed aggregato all'8° Reggimento Fanteria dal 16 aprile 1862 - - nel 1866 ufficiale del 69° Reggimento Fanteria

Decorazioni:
      Medaglia d'argento al valor militaremotivazione - 1 di 2
motivazione - 2 di 2
      Menzione onorevolemotivazione

Riferimenti:
  ˙ Archivio Carmen Taborelli - Treviglio
  ˙ Istituto del Nastro Azzurro: database nazionale
  ˙ Archivio di Stato di Torino - Database Garibaldini
  ˙ Francesco Carrano: I Cacciatori delle Alpi; UTET 1860
  ˙ Museo del Risorgimento di Milano: Elenco dei soldati italiani della Provincia di Bergamo che hanno fatto una o più delle sette campagne dal 1848 al 1870 per l'indipendenza italiana - Libri I^e II^
  ˙ Bortolo Belotti: Storia di Bergamo e dei Bergamaschi; Bolis Ed. 1959
  ˙ La Rivista di Bergamo - anno 1924
  ˙ Bergomum - Bollettino della Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo - anno 1941
  ˙ https://www.solferinoesanmartino.it/progetto-torelli/ricerca
  ˙ Reyneri, A.L.: da Montebello a Solferino; Robecchi Levino Ed., 1863
  ˙ AA.VV.: Il Cimitero comunale di Treviglio - storia e opere; Comune di Treviglio, 1998
  ˙ Angelo Pavesi: Treviglio attraverso la Storia del Nazionale Risorgimento; Unione Grafica Treviglio, 1911
  ˙ Luigi Minuti: Spes et Fortitudo; Laboratorio Grafico Pagazzano Ed., 2019
  ˙ Tullio e Ildebrando Santagiuliana: Storia di Treviglio; Bolis Ed., 1965


4 risultati       Pagina 1 di 1                    -