Libro degli ospiti

Scrivi un nuovo messaggio

ANGELO da CHIUDUNO, pubblicato il 23/11/2022:
Devo dire che grazie alla competenza,alla disponibilità e gentilezza del Sig.Monella per avermi aiutato a ritrovare e conoscere aspetti e informazioni di mio Padre, della sua vita militare e del calvario come reduce dal fronte russo che purtroppo erano racchiusi solo nella sua memoria. Ricordi troppo dolorosi e drammatici che erano andati persi con la sua scomparsa. Grazie Sig. Monella per la sua passione per il suo lavoro prezioso e per l'impegno che dedica nelle ricerche. Non dimentichiamo cosa hanno sacrificato i nostri padri.
Daniele da Bolgare, pubblicato il 05/10/2022:
Il sito Combattenti Bergamaschi si è rilevato una parte molto importante per costruire la mia ricerca genealogica e scoprire affascinanti particolari di diversi miei antenati. Senza questo sito è soprattutto senza la gentilezza e disponibilità del sig. Rinaldo tutte queste importantissime informazioni sarebbero rimaste nell oblio dei secoli e perdute. Un grazie sincero e sentito per la grande importanza storica di questo sito è per il lavoro enorme svolto dalla passione del sign. Rinaldo.
Lorenzo da Sinnai, pubblicato il 07/09/2022:
Abito in Sardegna e tutto è iniziato da delle foto di mio Bisnonno, originario di Bergamo, vestito da Militare. Tra domande e tante ricerche mi sono trovato bloccato. Girando in Rete ho trovato questo fantastico sito e ho chiesto delle informazioni. Qui ho trovato Rinaldo, una persona che sa il fatto suo e ha saputo con grande gentilezza, in breve tempo, risalire al Ruolo Matricolare di mio Bisnonno fornendo quelle informazioni che mancavano e dando un quadro completo della sua vita militare ma soprattutto regalando alla mia famiglia un momento di sorriso misto a commozione e orgoglio.
Andrea Cammelli da Bassano del Grappa, pubblicato il 17/05/2022:
Un plauso a Rinaldo Monella (e ad Anna che lo segue da lontano) per il lavoro fatto con grande passione e spirito di dedizione. Devo dire che ho scoperto COMBATTENTI BERGAMASCHI per puro caso, durante il mio lavoro di ricerca, e sono rimasto sorpreso dalla ricchezza e dalla varietà dei contenuti disponibili. Per me che vivo in Veneto questo sito non ha eguali nella mia ed in altre regioni e proprio per questo meriterebbe una menzione speciale da parte di chi segue e promuove la cultura e la memoria del passato.
Erica e Maria Serena da Ranica, pubblicato il 08/04/2022:
Un ringraziamento speciale e tanti complimenti a Rinaldo, persona super disponibile e infinitamente gentile. Siti come questo dovrebbero essere conosciuti, sono dei pezzi di storia autentici. Grazie mille ancora perché con questo sito i nostri cari rimarranno nella memoria non solo dei nostri familiari, ma di tutti quanti.
Samuele da Sotto il Monte, pubblicato il 23/03/2022:
Un ringraziamento speciale a Rinaldo per l'eccellente lavoro di memoria storica che sta compiendo. Sempre pronto a collaborare e a fornire dati precisi e dettagliati. Anche i nostri ultimi reduci della Combattenti di Bergamo sono rimasti entusiasti degli attestati che gli abbiamo regalato e scaricato dal sito. Speriamo che anche le nuove generazioni non dimentichino il passato e il sacrificio di questi giovani.
Gabriele Bisacco da Bergamo, pubblicato il 17/03/2022:
Ho trovato questo sito navigando sul forum di tutto genealogia.it, complimenti per il lavoro di altissima qualità!
Stefania Locatelli da Presezzo, pubblicato il 02/03/2022:
Ringrazio il sig. Rinaldo Monella per la disponibilità, l'accuratezza e la gentilezza dimostrate. Gli porgo i miei complimenti per il sito web, per il suo prezioso e certosino lavoro, per la salvaguardia della memoria. Grazie ancora
Vito Mirabella da Bergamo, pubblicato il 22/01/2022:
Caro Rinaldo, Ti giungano altri complimenti per questo "sito" che consente anche di stampare un "ATTESTATO", così da poter far "toccare con mano" agli interessati la "storia" dei propri antenati!!! Formidabile! Ciao Vito e Giovanna
Progetto Torelli 2.0 da Solferino, pubblicato il 21/11/2021:
E'dal meticoloso e paziente lavoro di appassionati come Rinaldo Monella e della moglie Anna Maria Calegari che oggi possiamo a nostra volta trasformare (anzi, a volte, correggere o aggiungere) dei semplici nomi censiti dal Progetto Torelli nel brillante racconto della loro vita, la missione, in fondo, della versione Progetto Torelli 2.0. Grazie! Bruno Borghi
Crippa Giorgio da Canonica d'Adda, pubblicato il 27/09/2021:
caro Rinaldo, ti ho conosciuto da poco, ma le simpatie sono istintive ed immediate. Ho fatto nel mio piccolo ricerche analoghe e capisco molto bene il lavoro incredibile che c'è dietro le ricerche in oggetto e quanto sono costate in impegno che sarebbe impossibile senza tanta passione. Oltretutto trovo molto bella l'idea di ampliare le ricerche a tutte le guerre, non solo alle due mondiali. Un grande grazie a te ed alla tua preziosa moglie che purtroppo non ho potuto conoscere. Sicuramente il tuo esempio farà da traino a tanti ricercatori di storia locale che dalle tue ricerche trarranno esemplare spunto.
Cesare Agazzi da Mapello, pubblicato il 26/09/2021:
Sito straordinario. La ricchezza di contenuti mi fa dire subito: un sito che a Bergamo mancava. Sono grato al suo ideatore e alla sua fatica. Mi sono imbattuto in questo sito solo recentemente mentre effettuavo ricerche sui soldati del novecento. Il sito giustamente vuole rendere presenti tutti i soldati anche quelli che oggi nessuno ricorda più: i soldati del Risorgimento. (solo come esempio) Tutti questi nostri soldati sono una parte delle nostre radici, e personalmente trovo importante conoscerle. Ho appena letto “Liberté, Egalité, Fraternité … ma solo sulla carta”: come i documenti precedenti, un bellissimo modo per approfondire la storia. Sito importante non solo per Comuni e per le scuole. A tutti è dato conoscere quanto sacrificio è nato dal proprio territorio e forse anche dalla propria ascendenza, quanto sangue è stato versato: soldati che non son partiti e non più tornati. Cosa non meno importanti: sito piacevole nella grafica, facile da navigare, ricco di informazioni che solo qui riesco a trovare, ricco di riferimenti storici, utili a chi vuole condurre ulteriori ricerche in proprio.
Pasquale Busetti - Presidente del Centro Studi Martinengo da Martinengo, pubblicato il 26/07/2021:
Carissimo Rinaldo Rinnovo il plauso per la tua tenacia di grande volontà che dedichi nella ricerca dei grandi personaggi che hanno inciso la storia. Con la certezza che ti rafforza la presenza e vicinanza di Anna, "prima, ora e sempre a tuo fianco". La pubblicazione dedicato al grande Condottiero, nostro concittadino Gabriele Tadino, valorizza la sua figura rendendo onore al patrimonio nazionale. Con stima e affetto da parte mia e dal Consiglio d' Amministrazione del Centro Studi Martinengo. Con affetto Pasquale
Serafino Fiore da Ciorani SA, pubblicato il 25/05/2021:
Leggere la testimonianza su don Giovanni Brevi - padre Davide - è stata per me esperienza di commozione e di edificazione. Il racconto essenziale e dettagliato, accompagnato da foto quanto mai eloquenti, è approccio ad una figura gigantesca di sacerdote e militare, "piccolo nella statura" ma grande nell'animo. Sono profili la cui storia martoriata andrebbe maggiormente conosciuta, e magari promossa dalla Chiesa in quella galleria di santi e testimoni che ne definisce la vocazione più alta. Leggere poi la storia di tanta sofferenza aiuta a collocare in una luce nuova anche altro tipo di sofferenza come quello da cui stiamo venendo fuori, e che porta il nome di pandemia da Coronavirus. Le anime grandi emergono e si stagliano con maggiore chiarezza proprio all'interno di queste bufere - di ogni specie e risma - che con impietosa cadenza funestano la storia. Grazie a "Combattenti Bergamaschi" per il suo prezioso lavoro
Padre Ubaldo Terrinoni da Viterbo, pubblicato il 18/05/2021:
Lascio una mia impressione dopo aver letto la vicenda militare dell'eroico padre Davide. E' certamente una figura che emerge nella storia della nostra patria come un gigante dello spirito: ha donato ai militari Gesù e, donando Lui, ha donato la vera vita. La prigionia di 11 anni lo ha segnato profondamente, e lo ha reso più spirituale e più umano. Incoraggio l'autore della storia a far conoscere questi modelli veramente riusciti, modelli che riescono a parlare senza parole, parla la vita per loro.
Stefano Aluisini da Brescia, pubblicato il 11/05/2021:
Che questo sito internet, con il quale ho l’onore di collaborare da qualche tempo, fosse il frutto e il riflesso della passione, del lavoro e della creatività dei suoi fondatori, Anna, Rinaldo e Paolo, è cosa ormai risaputa un po’ fra tutti gli appassionati nel web. Ma che questi amici riuscissero a stupirci oggi anche con qualcosa di mai visto e, al pari, di estremamente toccante, rappresenta un’ulteriore conferma di come la tecnologia non solo aiuti la crescita della Memoria ma riesca a dare, con semplicità e stile, un ritorno individuale agli utenti di questo sito. Parlo della funzione, appena introdotta nella home page, che consente di scaricare i dati del Soldato sotto forma di attestato personale; è un ricordo semplice ma tangibile, stilisticamente assai gradevole, di quanto a oggi rintracciato tramite questo sito sul militare, spesso con notizie ignote anche alle stesse famiglie. Sono convinto che in molti stamperanno l’attestato del loro familiare per tenerlo tra i ricordi più cari: ciò grazie agli autori del sito che sono riusciti a trasferire le “fredde” informazioni burocratiche del loro data base in qualcosa di unico, personalizzato e direi… quasi commovente. E sono certo che da lassù, più d’uno di quei soldati che calcarono i campi di battaglia d’ogni epoca stia ora sorridendo, orgoglioso che il suo nome e la sua storia siano state ricordate anche tramite questa bellissima innovazione. Grazie ragazzi!
Carmen Taborelli da treviglio, pubblicato il 10/05/2021:
Complimenti, carissimo Rinaldo, per il nuovo tocco d'artista (l'Attestato!), che aggiunge valore e prestigio alla tua "fatica", di cui noi siamo fruitori riconoscenti.
carla da altare (Savona), pubblicato il 09/05/2021:
L'ultima storia da Voi pubblicata riguardante il Cappellano militare don Giovanni Brevi "padre Davide",è molto interessante e rasenta l'incredibile. San Francesco parlava agli animali e padre Davide alle pallottole del nemico che lo schivavano, cambiando traiettoria, quando impavido si recava in prima linea, appunto, sotto il fuoco nemico a raccogliere i poveri corpi ormai senza vita dei suoi commilitoni per portarli nelle retrovie e dar loro degna sepoltura. Per non parlare poi, del lungo e gravoso periodo di prigionia in Russia durato ben 11 anni! Lui, così piccolo e fragile, ha compiuto cose incredibili, sopportandone altre inenarrabili durante la lunga prigionia in Russia. Credo che avrebbe dovuto essere segnalato alla Beatificazione, quantomeno dalle Autorità del suo paese e di tutti gli abitanti dello stesso. Congratulazioni al Signor Monella per la sua costante e minuziosa ricerca e nel ricordare persone di così tanto valore.
Rossi G.Battista da Fiorano al serio, pubblicato il 06/04/2021:
Splendido lavoro,volevo segnalarvi un mio paesano qua trovate del materiale
Vito Mirabella con Giovanna da Bergamo, pubblicato il 05/03/2021:
Cari amici, circa un anno fa è volata in cielo la Signora Anna Maria Calegari Monella. Desidero con questa mia ricordarLa. Una donna affettuosa e valorosa , che per il breve tratto di strada della vita compiuto insieme, è stata come una “sorella” per me! e come tale la ho amata. Resta tra i miei affetti e non la potrò dimenticare.
Marisa Morandi da Schilpario, pubblicato il 03/03/2021:
Servirebbero ben più di poche parole per esprimere il dovuto riconoscimento e il grande apprezzamento a chi si è dedicato con tanto lavoro e intensa passione a mantenere vivo il ricordo di tanti combattenti, a recuperare storie simboliche di eroismo, abnegazione e dedizione quotidiana, scritte con competenza e grande umanità. Auspico apprezzamenti importanti, intesi come gratificazione e riconoscenza per questo lavoro di conservazione di una memoria che è un patrimonio collettivo. Spero che questo archivio possa crescere e arricchirsi sempre di più, divenendo un punto di riferimento sempre più prestigioso. Non vogliamo e non possiamo dimenticare…. E vogliamo ringraziare chi ci mette in condizione di farlo.
Federica Moscheni da Covo, pubblicato il 17/01/2021:
Giacomo Costantino Beltrami è diventato parte di me e della mia compagnia teatrale “Studio Oida” ormai da un paio d’anni, da quando abbiamo deciso di aprire una sezione chiamata “Appunti bergamaschi” con la quale cerchiamo di mettere a teatro in modalità fruibili anche dai giovanissimi, le storie della nostra tradizione. Per realizzare “I diari del Mississippi”, mia piece teatrale a Beltrami dedicata mi sono recata in luoghi (taluni abbandonati, chiusi, non visitabili, usurati dal tempo) per lui importanti e ho davvero scoperto le vicende di quest’uomo affascinante, dimenticato in patria amatissimo oltreoceano. Ogni volta che portiamo in scena la sua storia il pubblico ne resta colpito, entusiasmato, incuriosito rammaricandosi di non conoscere le gesta di questo nostro patriota. Perciò un grandissimo ringraziamento a te Rinaldo per aver redatto, con così grande perizia e cura nei particolari, la storia di questo esploratore. Spero davvero che sempre più persone visitino questo sito e leggano le tue storie perché ci sono di grande insegnamento, soprattutto in tempi come questi in cui la confusione e la sfiducia dilagano. Credere nei propri ideali, portare avanti i propri obiettivi, lasciarsi guidare dalla passione per la Vita come fece Beltrami. Grazie ancora!!!
M.C. da Quezon City, pubblicato il 04/01/2021:
Ho letto con grande interesse la storia di Giacomo Beltrami ed ho apprezzato molto il ‘viaggio’ che Rinaldo Monella ci ha fatto percorrere ricostruendo la vita di questa persona. Trovo quasi retorico fare i complimenti all’autore e preferisco auguragli di sentire dentro di sé un grazie di cuore espresso dallo stesso Beltrami, che praticamente durante sua vita non ricevette alcun riconoscimento dall’opinione pubblica italiana. Oserei aggiungere che se un numero maggiore di italiani leggesse e si lasciasse toccare da storie come questa, non solo ci sentiremmo motivati a dare il meglio di noi stessi nella vita, ma probabilmente crescerebbe un sano orgoglio nazionale e ci impegneremmo di piú a costruire quell’unitá nazionale che ancora fa fatica ad emergere. M.C. da Quezon City 4/1/21
C. d'Agostino da Savona, pubblicato il 30/12/2020:
Ho letto l'ultima storia da Voi pubblicata, scritta da Rinaldo Monella. Mi congratulo per il gran lavoro di ricerca storica e di come il signor Monella entra nell'animo del personaggio da lui descritto, in modo acuto ed intenso che, alla fine del racconto si ha la sensazione di averlo conosciuto personalmente. Sono rimasta profondamente colpita dal grande amore del Beltrami per la bella Giulia e di come l'autore, con poche e concise parole abbia saputo cogliere e raccontare la struggente passione del Beltrami. Complimenti vivissimi.
Giovanni da Pozzo d'Adda, pubblicato il 13/12/2020:
Grazie per il vostro prezioso lavoro di conservazione della memoria
Antonietta Astigiano da Altare Sv, pubblicato il 01/12/2020:
Ho letto tutto di un fiato la vicenda di Vistallo Zignoni, davvero interessante. Per me, che sono appassionata di Storia, è stato proprio bello entrare in una pagina così grande, studiata sui libri di scuola, col passo di un personaggio che quei libri non nominano, ma certo non si può dire non sia stato un protagonista... e chissà quanti come lui. Complimenti soprattutto, per dare dignità a tante figure di semplici giovani soldati, che meritano il nostro ricordo e la nostra preghiera.
Alessandro Severgnini da Treviolo, pubblicato il 12/11/2020:
Un lavoro eccezionale, grazie a questo sito ho potuto ricostruire alcuni pezzetti di storia della mia famiglia che non conoscevo... E' un archivio molto prezioso grazie al quale si tiene viva la memoria delle persone che hanno combattuto. Si dimentica troppo spesso che per avere la libertà, la serenità e la vita di oggi ci sono voluti sacrifici e sofferenza da parte dei nostri antenati.
Michele da Besana Brianza, pubblicato il 03/11/2020:
Complimenti e grazie a Rinaldo e alla cara Anna Maria per il grande lavoro fatto con tanta passione per mantenere vivo il ricordo dei nostri combattenti di tutte le guerre e le loro storie. Per non dimenticare!
Carla Toscani da Altare (Savona), pubblicato il 02/10/2020:
Molto commovente la storia della famiglia Goi e quanto spirito patriottico. Tre generazioni di giovani esemplari. Trovo sia stato un grande errore abolire il servizio militare, una istituzione che insegnava la disciplina, l'amore per la Patria, ed il rispetto per il Tricolore simbolo della nostra bella Italia. Tutti sentimenti che, purtroppo, non si riscontrano più, ovvero molto raramente fra i giovani d'oggi. Signor Rinaldo, le mie più vive congratulazioni per il Suo eccellente lavoro.
Gian Paolo Bertelli da Ferrara, pubblicato il 27/07/2020:
Che dire, un sito che trasuda la vocazione di perpetuare la memoria dei tanti Bergamaschi che hanno dato la vita per la Patria. Sito che non fa distinzioni di sorta fra i combattenti. L'accesso ai dati è semplice ed esaustivi i risultati. La memoria di chi ha contribuito alla realizzazione non andrà perduta.
Mauro Guidubaldi da Gualdo Tadino (Perugia), pubblicato il 27/07/2020:
Complimenti a te Rinaldo e alla compianta Anna, per il sito, fatto molto bene, frutto di un lavoro certosino di ricerca. Fonte di notizie, per tutti coloro che ricercano. Ricordare per non dimenticare, questi ragazzi che hanno combattuto per la patria.
Valerio Cortese da Dalmine, pubblicato il 07/05/2020:
Il lavoro che Rinaldo, e la sua amata consorte Anna, hanno realizzato e che continuano ad arricchire è un valore unico che rende la storia la somma delle vicende umane come dovrebbe essere sempre interpretata. Grazie.
Colombo Luciano da Bonate Sotto, pubblicato il 21/04/2020:
Ho finalmente trovato il mio sito ideale. Di facile consultazione, interessante, bellissime le "pillole" di storia di Storie di soldati. Il sig Rinaldo una persona squisita, competente e appassionata. Grazie per quanto avete fatto e continuate a fare. Vorrei essere alla vs altezza
ALFIO peccati da Casirate d'Adda, pubblicato il 14/04/2020:
in questi giorni dove ci sono migliaia di "combattenti bergamaschi" nelle lotta al coronavirus, sto dedicando il tempo a ricercare le informazioni dei caduti del mio paese, per dedicare loro una piccola libretta informativa da diffondere ai miei amici Alpini e compaesani: ho trovato in rete il vs. bellissimo sito. un GRANDISSIMO GRAZIE a TUTTI VOI che ci avete lavorato e che continuate a farlo....ve ne saremo sempre grati.....
Teresa e Roberto da Milano, pubblicato il 28/03/2020:
Anna è stata per noi una grande amica. Vi siamo vicini in questo momento di dolore-
ROSSI PIERLUIGI da CASNIGO - BG, pubblicato il 17/03/2020:
UN FORTE ABBRACCIO in questo momento di tremendo dolore per ANNA che ti/ci ha lasciato.
Gianni da Spirano, pubblicato il 16/03/2020:
Ciao Anna, con Rinaldo siete riusciti a fare un lavoro straordinario, che non dimenticheremo...un abbraccio
Giuseppe Togni da Sindaco di Cavernago , pubblicato il 06/03/2020:
Complimenti per l’impegno e la dedizione che vi ha fatto realizzare questo importante sito. Ricordare - non dimenticare: è un impegno che ognuno di noi dovrebbe prendersi per far si che la memoria e il ricordo di chi ha perso la vita per darci libertà e sicurezza non scompaia! Complimenti e continuate cosi! Giuseppe
Stefano Aluisini da Brescia, pubblicato il 03/03/2020:
Una notevole e lodevolissima iniziativa, molto particolare e degna del più vivo apprezzamento perché nel suo genere, oltre all’ enorme lavoro di raccolta e classificazione dei dati, fa rivivere i nomi e le storie degli Eroi Bergamaschi ritrovandoli attraverso i mille campi di battaglia di ogni tempo e che onorarono con il loro sacrificio.
Giorgio Tonolini da Bergamo, pubblicato il 02/02/2020:
Lodevole iniziativa !
Riccardo Morlini da Endine Gaiano, pubblicato il 30/01/2020:
Anna Maria e Rinaldo:
laboriosi nel silenzio;
partecipi nella Società;
amorevoli al Prossimo;
Anna Maria e Rinaldo:
attraverso le stelle nel Cielo, ci mostrano le stelle sulla Terra.
Eva da ROMANO DI LOMBARDIA, pubblicato il 25/01/2020:
Ho trovato il mio bis-nonno. Mi avevano detto che era morto in guerra ma nemmeno mia mamma sapeva dove e quando. Grazie!
Amalia da Bergamo, pubblicato il 21/01/2020:
Grazie. Emozionante trovare mio padre fra i partigiani bergamaschi.
Marco Cimmino da Bergamo, pubblicato il 20/01/2020:
Il sito ha una struttura molto efficace e permette una dilatazione del database pressochè infinita. Ottimo strumento di lavoro per il ricercatore e piacevole fonte di notizie per il semplice curioso. Un’opera gigantesca e meritoria. Davvero bravissimi!
Giovanni Belotti da Almenno San Bartolomeo (BG), pubblicato il 17/01/2020:
Cari Rinaldo e Anna Maria, ho letto con piacere la storia di mio zio Giovanni che avete pubblicato. E' stata per me una piacevole sorpresa constatare con quale cura ed attenzione avete documentato gli eventi che si sono succeduti. Siete stati molto bravi e attenti; sono contento di aver collaborato affinché tutto questo si sia realizzato. Ritengo che, conservare con onore ed orgoglio le storie dei tanti sventurati giovani soldati come mio zio, e renderle pubbliche, sia sinonimo di riconoscenza e rispetto verso il loro umano sacrificio. A tutti farebbe bene leggere e pensare un po' a queste vicende; soprattutto ai nostri giovani….. Vi ringrazio ancora di cuore e vi invito a perseverare nel portare avanti questo vostro preziosissimo lavoro, con la grande passione che vi caratterizza. Continuerò a seguirvi con ammirazione e interesse. Buon lavoro, da parte mia e di mia moglie Emanuela.
Carla e Gianni Toscani da Altare - (SV), pubblicato il 14/01/2020:
Abbiamo provato grande emozione leggere la storia del Carabiniere Giovanni Belotti e siamo estremamente felici che siate riusciti ad avere la piastrina e consegnarla al nipote. Tutto ciò Vi fa Onore e grande merito, perchè in questo gesto è come se aveste riportato in Patria le Sue povere Spoglie. Bravi
Pasquale Busetti, Presidente Centro Studi Martinen da Martinengo, pubblicato il 26/12/2019:
Un sentito ringraziamento a Rinaldo e Anna Maria, per la loro dedizione e passione che trasmettono nelle ricerche, rendendo fedele la nostra storia, una raccolta preziosa che contribuisce alla "memoria" per non dimenticare, rendendo Onore ai nostri soldati e alla nostra Patria.
Marcella Rossoni da Covo, pubblicato il 18/12/2019:
Grazie per averci ricordato - con la vostra passione ma anche con la vostra fatica- che la Storia è stata scritta e partecipata da persone a noi vicine: parenti, amici, compaesani, coprovinciali. Il vostro lavoro fornisce un prezioso aiuto alle giovani generazioni per tenere viva la Memoria e per comprendere che la Storia siamo Noi.
Alex Garcia da São Carlos - SP - Brasile, pubblicato il 15/12/2019:
Io ho trovato il nome del mio bisnonno Massimiliano Bono, ferito ad Adua 1896. Sono andato a Bergamo 2 volte, il suo nome é scritto alla Rocca.
Taborelli Carmen da Treviglio, pubblicato il 30/11/2019:
È davvero, come dite voi, carissimi coniugi Monella, “una folle avventura”, specie se si considera il lavoro di ricerca già fatto e quello che ancora vi attende. Del resto, chi ha passione per le stelle, quelle che brillano in cielo, ha la stessa passione per le stelle, i Combattenti, che hanno dato luce alla storia e libertà al nostro vivere.
Nella Bellucci da Roma, pubblicato il 15/11/2019:
Sono un'amica della Sig.ra Carla Toscani da Savona, che mi ha fatto conoscere il Vostro sito: un sito molto interessante ed agevole da consultare, che ho apprezzato molto e dal quale traspare la Vostra passione per gli argomenti trattati. E' una memoria davvero importante per tutti e, soprattutto, per i parenti di quei Soldati che hanno dato la loro vita per l'Italia in nome di quell'amor patrio e di quei valori che sono basilari per uno Stato civile che si rispetti. Tanti auguri per il Vostro lodevole lavoro.
Taborelli Carmen da Treviglio, pubblicato il 12/11/2019:
Carissimi Anna e Rinaldo, complimentarmi è persino troppo facile e non esprime appieno la stima e la riconoscenza per il vostro impegno storico, civile e sociale nel fare memoria di quanti hanno combattuto per la nostra bella Italia. La vostra ricerca, generosa, appassionata e scrupolosa, è un dono per tutti, in particolare per quanti hanno il dovere morale e istituzionale di educare le future generazioni.
Carla Toscani da Savona, pubblicato il 11/11/2019:
Ho apprezzato molto il vostro sito, sia per l'agevole consultazione, con la suddivisione dei vari settori, sia per l'accurata esposizione delle vicende relative ai Soldati che hanno dato la loro vita per l'Italia. Davvero enorme ed encomiabile è stato il Vostro lavoro, lo si evince pure nella "Storia del mese: Gregis Giacomo Maria da Covo-Gorlago". Leggendo si comprende bene la passione che mettete nelle Vostre ricerche. Penso che le Scuole Italiane nella loro personificazione dei suoi studenti, trarrebbero un gran beneficio nel conoscere le storie di tante persone eroiche sacrificatesi per l'Italia, sarebbe un incentivo per far rinascere quei valori e quei sentimenti di amor patrio, che, a tutt'oggi sono dimenticati,infatti si cerca di sminuire - quasi a vergognarsene - l'amore verso il proprio Paese e verso le proprie tradizioni, in favore di un livellamento comunitario che dovrebbe unire i vari Stati, senza minimamente pensare che tutti i popoli del mondo, come è giusto che sia, sono e rimarranno sempre attaccati e fieri delle loro origini, della loro Patria e delle loro tradizioni. Onore a Voi che questi sentimenti e valori avete espresso creando questo sito.
Gioacchino Ponziani da Comun Nuovo (BG), pubblicato il 06/11/2019:
Buona sera è la prima volta volta che entro in questo portale, che mi è stato indicato dal presidente del Nastro azzurro. Avrò bisogno di voi perché sto cercando i fogli matricolari delle persone decedute durante il primo conflitto mondiale e riportate nel monumento del paese. Un' altra ricerca riguarda le persone del paese che hanno partecipato alla campagna di Russia. Un saluto e grazie per il materiale che rendete disponibile.
Elena Vittori da Romano di Lombardia, pubblicato il 22/10/2019:
Come insegnante di scuola secondaria di primo grado non posso che ringraziare per aver messo a disposizione di noi docenti e dei nostri alunni un vero e proprio patrimonio storico della comunità. Non mancherò di attingervi insieme alle classi che accompagnerò nel percorso di conoscenza storica. Grazie.
Elena e Adriano Pagani da Romano di Lombardia, pubblicato il 22/10/2019:
Esprimiamo un vivo apprezzamento per questo lavoro che restituisce alla comunità intera, a molte sue famiglie e a tanti singoli la memoria di eventi, luoghi, storie e persone che tutti dovremmo conoscere. Questo lavoro è anche il frutto di tanta passione e dedizione, da prendere come esempio.
Omer Mariani da Grumello del Monte, pubblicato il 14/10/2019:
Complimenti per la lodevole iniziativa e per la scrupolosità con cui avete lavorato.Siti come questo aiutano a non dimenticare!Come anticipato sarò felice di poter collaborare con voi.
Andrea da Tarcento (UD) , pubblicato il 02/10/2019:
Complimenti per il costante e mirabile lavoro di ricerca. La creazione di questi sito è un ulteriore dimostrazione di competenza, passione e dedizione per la riscoperta della storia del nostro paese.
Basilio da Covo, pubblicato il 01/10/2019:
Il sapere che ciò che avete fatto rimarrà a futuro utilizzo delle nuove generazioni, fa si che il loro ricordo non possa scomparire. Ed anche voi che, con cura maniacale e capacità inarrivabili, ne siete stati i realizzatori, sarete sempre ricordati grazie a questa ed alle vostre molteplici opere. Sperando che la vostra vena non abbia mai ad esaurirsi. Ad majora!
Daniele "Gira" da Venezia, pubblicato il 27/09/2019:
Un grande lavoro di ricerca e non poteva essere altrimenti conoscendo gli autori che in più occasioni hanno collaborato con la nostra associazioe (Associazione Storica Cimeetrincee). Il cercar di tramandare, affinché non siano dimenticate, le storie e i sacrifici di coloro che in ogni epoca si sono sacrificati o per ordini imposti o per alti ideali e valori morali è cosa buona e giusta e merita ogni nostra ammirazione.
Silvia da Guastalla, pubblicato il 25/09/2019:
Ho avuto il piacere di conoscere Rinaldo ed Anna Maria: due persone squisite, sensibili ed appassionati di storia! E solo due persone come loro potevano imbarcarsi e realizzare un progetto monumentale come questo. Non posso che dire...chapeau! Bravi ragazzi continuate così! Salutoni Silvia P.S. la mia collaborazione, come ben sapete, è garantita!
Mario Franchioni da Bergamo, pubblicato il 17/09/2019:
Lodevolissimo e meritorio l'impegnativo lavoro che avete svolto: si tratta di un formidabile bagaglio di storia e di memoria, teso certamente alla riconoscenza verso coloro che si sono donati per il bene della Patria, ma anche al risveglio degli ideali patriottici, così sbiaditi nella società di oggi. Sono disponibile, se necessario, a collaborare. Congratulazioni e grazie. Mario Franchioni - Presidente Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna - Bergamo
Andrea Capelletti, sindaco da Covo, pubblicato il 16/09/2019:
Da Rinaldo ed Anna Maria non potevo che aspettarmi nulla di meglio! Sono stati capaci, col trascorrere di questi anni, di stupirmi sempre di più in ogni loro nuovo lavoro. La passione che li spinge è come un fuoco che si autoalimenta in ogni nuova opera. Questo sito è fenomenale, e non solo per l'impostazione, il materiale contenuto, l'immenso lavoro di ricerca c'è stato dietro, ma per la fondamentale utilità per chiunque voglia approcciarsi a questo piccolo grande mondo e che ha piacere a riscoprire e far conoscere le gesti dei piccoli eroi nascosti nel passato di ogni paesino bergamasco. Con emozione mi complimento con Rinaldo e Anna Maria, ben consapevole che non sarà la loro ultima opera e nei prossimi anni ci riserveranno molte altre sorprese ;)
Pierangelo Signorelli da Scanzorosciate, pubblicato il 14/09/2019:
COMPLIMENTI, è dir poco !!!!!! Nel mio piccolo sarò, come già anticipato, lieto di continuare a collaborare con Voi.
Sebastian Nicoli da Romano di Lombardia, pubblicato il 13/09/2019:
Questo è un lavoro splendido! Traspare cura, attenzione, professionalità. Ma, nel frattempo, si respira l'amore e la vicinanza emotiva alle storie che qui vengono raccontate. Sono le nostre storie e le storie delle nostre famiglie. A volte dimenticate, sbiadite...un lavoro così le fa tornare in vita e le conserva, per sempre. Grazie di cuore ai miei carissimi amici Anna Maria e Rinaldo! Da sindaco di Romano ma, ancor di più, da amico, un grazie di cuore!
Maurizio Plati da Filago, pubblicato il 12/09/2019:
Ciao, caspita che bel lavoro!!!!!!!!! da far conoscere in giro!!! complimenti, davvero complimenti vivissimi!!!!
Vito Mirabella da Bergamo, pubblicato il 11/09/2019:
Stupefatto e ammirato, mi congratulo. Ad maiora!
Silvano da Seriate Bergamo, pubblicato il 11/09/2019:
Non ho parole per riconoscere un lavoro di tale qualità. GRAZIE
Roberto Belotti da Serina (BG), pubblicato il 11/09/2019:
Fatica veramente benemerita che rende onore ha chi l'ha intrapresa e a chi continuamente la perfeziona. Nel tempo consentirà di estrapolare aggregazioni veramente utili per la conoscenza storica.
GianBattista Rodolfi da Romano di Lombardia, pubblicato il 11/09/2019:
Ottimo lavoro questo sito che si aggiunge a quello fatto per pubblicare i volumi dedicati ai combattenti di Covo e di Romano.
Mario Scaloni da Cannara (PG), pubblicato il 11/09/2019:
Nel corso della mia ricerca sulle vicende della Grande Guerra, che interessarono il mio paese e i suoi molti giovani che persero la vita nel conflitto, ho avuto la fortuna di conoscere l’amico Rinaldo Monella, che con i suoi suggerimenti e la sua perfetta conoscenza di archivi mi ha permesso di entrare in possesso di notizie utilissime per il mio lavoro. E' con sincera gratitudine che accolgo il suo invito a visitare il vostro sito che certamente segnalerò alle persone che coltivano la mia stessa passione.
Roberto Zamboni da Verona, pubblicato il 11/09/2019:
Ottimo sito e ben strutturato. Un buon portale per tenere viva la Memoria.
Aurora Cantini da Aviatico, pubblicato il 11/09/2019:
Felicissima di trovare finalmente un sito che racconta le migliaia di ragazzi bergamaschi, partiti dalle montagne, dalle valli, dalle pianure e dai laghi per compiere il sacrificio estremo: donare la propria gioventù e spessissimo anche la vita, per la nostra Italia. In qualità di pronipote dei 5 fratelli Carrara di Amora Bassa -Aviatico-, Combattenti e Caduti nella Prima Guerra Mondiale, ringrazio il signor Monella per il lodevole contributo dato alla Memoria della nostra terra. Aurora Cantini
Bano Edoardo da Romano di Lombardia, pubblicato il 11/09/2019:
Ho accolto l'invito dell'amico Rinaldo Monella ad utilizzare questo sito che considero importante perchè il passato serve per evitare possibilmente di ripetere errori già fatti e sopratutto meglio valutare le scelte future. Grazie Rinaldo.
Valerio da Bergamo, pubblicato il 11/09/2019:
Complimenti veramente! Un ottimo modo per valorizzare e rendere fruibile a tutti i risultati delle ricerche. In questo sito ho trovato riferimenti più precisi (rispetto al sito solferinoesanmartino.it, consultato a fine giugno) sui miei parenti che hanno combattuto durante il risorgimento. Grazie!
Massimiliano da Ponte San Pietro (BG), pubblicato il 11/09/2019:
Ma è un lavoro enorme e stupendo!! Complimenti.